Charlotte Casiraghi: il terzo abito da sposa è un omaggio a nonna Grace

Ricorda da sempre nonna Grace Kelly. Grazia, raffinatezza, charme e discrezione sono sempre stati i suoi punti di forza.

Oggi Charlotte Casiraghi incanta, se possibile, ancor di più. Nel giorno delle nozze religiose con il produttore cinematografico Dimitri Rassam, Charlotte propone un’immagine di sè romantica, dolce, in una parola sublime.

La cerimonia privata a Saint-Rémy-de-Provence, tenutasi sabato 29 giugno, ha visto protagonista l’ereditiera monegasca in tutto il suo fascino senza tempo.

Se per il loro primo matrimonio, la coppia ha optato per una cerimonia civile al Prince’s Palace di Monaco sabato 1 giugno, in occasione della quale la bella Charlotte ha scelto di indossare due abiti: una tuta bianca senza spalline di Chanel e un miniabito grigio di Yves Saint Laurent.

Per il rito religioso la figlia di Carolina di Monaco e del compianto Stefano Casiraghi ha scelto di indossare un abito bianco di Giambattista Valli Haute Couture.

Un abito ricercato dal tocco provenzale, decisamente il più tradizionale dei vestiti che ha scelto. Il design vintage si sposava perfettamente con la campagna francese che ha fatto da cornice alle nozze e al delizioso bouquet di lavanda e fili di grano che siamo sicure diventerà un must have per le spose più fashion del 2019.

La scollatura Bardot con un delicato strato di tulle in cima ricamato con motivi a foglie, il velo impalpabile, l’acconciatura che lasciava scoperti i lineamenti sofisticati della splendida Charlotte Casiraghi hanno poi contribuito a rendere il tutto ancora più etereo donando ai tabloid di tutto il mondo vere e proprie immagini da favola, di uno dei matrimoni più attesi dell’anno!

Previous articleTorta di albicocche alla cannella
Next articleStranger Things: la capsule collection ispirata alla serie cult
Pugliese di nascita, appassionata di scrittura sin da bambina, adoro la moda e il mangiare sano. Mi piace girare il mondo ed evadere dalla routine quotidiana. Ho svariate esperienze nel campo della moda e creo gioielli con la tecnica del soutache e vederli indossati mi riempe di gioia. Oggi questo mio grande amore è diventato il mio principale lavoro a cui dedico anima e corpo e sono alla continua ricerca di nuovi stimoli per un continuo miglioramento. Spero di riuscire a trasmettere le mie stesse emozioni con la medesima intensità con cui le vivo io.