CONDIVIDI

Che sia per colazione, merenda oppure un dolce fine pasto, i muffin integrali sono sempre molto apprezzati. Piccoli, morbidi e leggeri, sono tra i dolci più veloci da sfornare.

La loro preparazione spesso è rapida, basta mescolare tutti gli ingredienti previsti, versare nei comodi pirottini e infornare. In pochi minuti sono pronti per essere serviti, da soli, accompagnati da una bevanda, oppure da gelato o panna montata.

Questi muffin integrali con uvetta sono integrali non solo per la farina utilizzata. Infatti nella ricetta ho utilizzato lo zucchero di canna muscovado, lo stesso che ho utilizzato per la mia torta di albicocche alla cannella.

Derivando dal succo di canna da zucchero, dona ai muffin questo colore caratteristico. Anche il sapore è differente rispetto allo zucchero normale, più deciso e corposo. Al suo posto possiamo usare del classico zucchero di canna integrale, anche se cambierà il gusto.

Ingredienti: per 8 muffin integrali

  • 2 uova
  • 150 g di yogurt
  • 150 g di farina integrale
  • 50 g di fecola di patate
  • 100 g di zucchero muscovado
  • 50 g di olio di semi
  • 140 g di uvetta
  • 2 cucchiai di rum (facoltativo)
  • 1/2 bustina di lievito

Procedimento per avere degli ottimi muffin integrali:

Per prima cosa, mettiamo a bagno l’uvetta in acqua calda, per farla rinvenire. Possiamo aggiungere il rum, se piace, o anche del succo di limone. Lasciamo in ammollo almeno 10 minuti.

Intanto mescoliamo in una ciotola la farina, la fecola, il lievito e lo zucchero. A parte amalgamiamo bene le uova con lo yogurt e l’olio. Uniamo il tutto agli ingredienti secchi.

Scoliamo e strizziamo bene l’uvetta, tamponandola con carta da cucina. Aggiungiamola al composto, amalgamando velocemente gli ingredienti.

Versiamo il composto nei pirottini per muffin. Facciamo cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 12 minuti, o finchè i nostri muffin integrali sono dorati.

Articolo precedenteColpo di calore? Ecco cosa fare!
Articolo successivoDip di avocado, la salsa di avocado con tonno e capperi
Appassionata di scrittura, ma soprattutto di cucina, quella semplice, sentimentale e sincera fatta di segreti tramandati e condivisi, di storie legate alla tradizione e alla famiglia. Spesso salutare ma, che ci volete fare, mangiare è un gran piacere, per cui è anche saporita e succulenta. E’ anche fatta di sogni, di sapori vicini e lontani, per contaminare, sperimentare e scoprire gusti e profumi nuovi. La mia ispirazione viene dai libri, dal web, dal mercato, e dalle persone, con le quali mi piace condividere la tavola. Perché condividere è l'aspetto più bello della cucina.