CONDIVIDI

Il Nichel è un dei tanti metalli presenti nell’ambiente che ci circonda ed è presente anche nel nostro corpo. Alcuni soggetti ne sono intolleranti o, in casi più gravi sviluppano una vera e propria allergia che si tramuta in una fastidiosissima dermatite ogni volta che la pelle entra in contatto con oggetti o prodotti che contengono questo metallo.

Tra i sintomi più comuni dell’intolleranza al nichel ci sono:

  • Arrossamento, bruciore e prurito della pelle
  • Formazione di piccole pustole sulle aree della pelle che sono entrate in contatto con il nichel
  • Nausea e mal di testa

Nel caso tu abbia riscontrato uno o più di questi sintomi ti consigliamo di effettuare il patch test, che non è altro che un test cutaneo che ti darà conferma o meno della tua presunta intolleranza o allergia.

Ecco quindi alcuni consigli utili da seguire nel quotidiano sia per gli intolleranti, sia per gli allergici che permetteranno di evitare possibili fastidi.

  • Evitare il contatto con tutti gli oggetti che possono provocare una dermatite da contatto, per esempio gli oggetti di bigiotteria, bracciali, chiavi, utensili da cucina, forbici, cinturini degli orologi, cerniere lampo, bottoni dei jeans, etc.
  • Usare stoviglie in vetro o acciaio inox 
  • Il nichel può trovarsi anche in alcuni cosmetici e tinture di vario genere quindi è bene leggere sempre le etichette.

Non tutti sanno che il nichel è presente anche negli alimenti che assumiamo ogni giorno. Spesso, nei soggetti fortemente allergici, anche i comunissimi alimenti possono scatenare una reazione allergica da nichel.
La spiacevole notizia purtroppo è che non è possibile indicare in modo preciso quali sono gli alimenti che contengono nichel, poiché il parametro è condizionato da diversi fattori come ad esempio il terreno in cui sono stati coltivati.

Tuttavia faremo un elenco degli alimenti che sono più propensi a trattenere nichel e che si consiglia di evitare ii soggetti intolleranti o allergici:

  • Animali marini come aringhe, aragoste, ostriche, molluschi, salmone e sgombro
  • Asparagi, funghi, cipolla, mais, pomodori, spinaci, lattuga
  • Fagioli, piselli
  • Farina integrale e farina di mais
  • Pere e prugne
  • Nocciole, mandorle, arachidi e noci
  • Rabarbaro
  • Tè, cacao, cioccolato
  • Margarina
  • Lievito chimico e fecola
  • Alimenti in scatola
  • Acqua del rubinetto 

Seguendo questi semplici consigli ridurrai al minimo i tuoi fastidi dovuti all’intolleranza al nichel ad avrai una qualità della vita migliore

Articolo precedenteIvanka Trump: l’abito bon ton perfetto per le cerimonie estive
Articolo successivoMuffin alla vaniglia diventano cake pops
“La moda passa, lo stile resta” (Coco Chanel). Amo creare uno stile unico, che sia sempre elegante, particolare e mai scontato dove assolutamente nulla sia lasciato al caso: il mio stile. Sono una farmacista di professione, blogger per passione. Sono specializzata in cosmesi, scrivo e sono alla continua ricerca di confronti e nuove ispirazioni. Amo viaggiare e raggiungere mete non comuni. Amo la gente, amo la vita e pratico “yoga” per alimentare corpo, mente e anima. Adoro il vivere bene e soprattutto sano per la naturale bellezza e il benessere psico fisico.