I benefici del carbone attivo vegetale - DonnaPress
Pubblicato il: 26 Luglio 2019 alle 6:15 pm

Ormai non è più un segreto e studi scientifici l’hanno ampiamente dimostrato: il carbone attivo fa dimagrire e non solo. Se non hai mai provato il carbone attivo, oggi hai molti più motivi per iniziare ad usarlo.

Prima di tutto però devo spiegarti cos’è e come viene prodotto poi scoprirai come puoi usarlo per perdere peso, curare le ferite, risolvere i problemi di flatulenza, disintossicare il tuo organismo e sbiancare i denti.

Cos’è il carbone attivo vegetale?

Il carbone attivo vegetale si ottiene dalla combustione di pezzi di legno in una stanza di combustione sprovvista di aria. I legni più usati sono il pioppo, faggio o betulla d’argento, ma ovviamente per ottenerlo non dovrai metterti a bruciare legna.

Il carbone attivo vegetale si può acquistare già pronto in farmacia o in erboristeria e puoi scegliere tra una soluzione in polvere o le pratiche capsule. Visto il largo consumo che la società odierna ne sta facendo per i suoi effetti benefici, non è difficile trovarlo anche in alimenti come il pane o l’impasto della pizza, la cosa fondamentale è non superare la dose giornaliera suggerita di 2 grammi.

Perché il carbone attivo fa dimagrire

Sin dalla notte dei tempi Il carbone attivo vegetale è usato come rimedio per dimagrire, ma soprattutto per risolvere problemi di cattiva digestione e meteorismo perché il carbone riesce ad assorbire i gas che causano gonfiori addominali.

Se abbinato ad una dieta ipocalorica il carbone vegetale attivo riesce ad essere un valido alleato per perdere peso perché proprio grazie alla sua capacità di assorbire i gas nell’intestino, causa di gonfiori e di una cattiva digestione.

Puoi provare ad intensificare l’azione del carbone vegetale associandolo ad altre sostanze dalle proprietà simili come il cumino, la menta, il finocchio, lo zenzero, il coriandolo il peperoncino. Gli specialisti consigliano di far uso di carbone vegetale attivo anche in caso si soffra di reflusso esofageo.

Il carbone vegetale fa bene anche ai nostri denti

È molto facile trovare oggi il carbone attivo anche nei dentifrici, direttamente sugli scaffali dei supermercati. Io ad esempio li ho trovati in una catena della grande distribuzione, ma credo sia facile trovarli anche nei supermercati più piccoli.

I dentifrici ai carboni attivi hanno un potente effetto sbiancante perché essendo per l’appunto nero ha un’elevata capacità assorbente e riesce a trattenere e rimuovere placca, tartaro e altre sostanze che intaccano il bianco naturale dei nostri denti.

Come per ogni cosa ovviamente, l’uso abuso è fortemente sconsigliato e a dirlo sono proprio i dentisti che raccomandano un uso moderato per non rischiare di compromettere la dentina, ovvero la sostanza che protegge i denti.

Il carbone attivo per guarire le ferite

Infine, ma non perché meno importante, il carbone attivo vegetale viene utilizzato anche nei centri medici per curare le ferite e prevenire il cattivo odore causato da batteri anaerobici che si annidano nei tessuti necrotici. Proprio grazie al carbone attivo vegetale i batteri e le tossine vengono completamente assorbiti e noi possiamo stare più sereni sapendo che chi ci circonda non sta sentendo il nostro odore.

DonnaPress è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News e Google Discover, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI