CONDIVIDI

Estate, tempo di dimagrire e rimettersi in forma per la tanto temuta “prova costume”, ed ecco allora che andiamo alla ricerca della dieta migliore, più veloce, più efficace, che ci faccia perdere quei  tanto odiati kg di troppo che ci hanno accompagnato durante tutto l’inverno, ma quest’anno spunta una novità importante sul panorama dietologico. Infatti dopo mille diete diverse e svariate, che prevedono rinunce e sacrifici vari, arriva dal Giappone “la dieta del lungo respiro”, quindi è davvero possibile perdere peso controllando la respirazione?

La rivelazione arriva dall’attore Miki Ryosuke, che in maniera del tutto casuale è riuscito a perdere 13 kg di peso e 12 cm di girovita in sole sei settimane, senza alcun tipo di stress ma semplicemente respirando in un certo modo; in particolare l’attore era intento a provare metodi respiratori diversi per attenuare dolori alla schiena.

Il principio cardine su cui si basa la “dieta del lungo respiro” è che il grasso presente nel nostro corpo è composto da carbonio, idrogeno e ossigeno e quando quest’ultimo raggiunge le cellule adipose, si ha una reazione chimica per la liberazione di energia che origina prodotti di scarto quali acqua e l’anidride carbonica che vengono smaltiti attraverso la respirazione e la sudorazione. Secondo l’attore giapponese, Miki Ryosuke, dunque, sarebbero sufficienti dai due ai cinque minuti di respirazione al giorno per ridurre la nostra massa grassa.

La pratica respiratoria consiste nelmettersi in piedi con una gamba avanti e una gamba indietro, facendo in modo che il peso del corpo venga scaricato sul piede posteriore, bisogna quindi  inspirare l’aria per tre secondi, sollevando le braccia sulla testa, poi espirare con forza, per sette secondi contraendo i muscoli.

Ovviamente come tutte le diete, le tecniche di respirazione devono essere accompagnate da un regime alimentare ed equilibrato ed una sana attività fisica, per risultare efficaci. La respirazione non fa miracoli, ma agisce sullo stress e aiuta a gestire le proprie emozioni, alleviando tensioni e malumori che potrebbero portarci al consumo di cibo spazzatura.

Questa particolare tecnica ovviamente presenta anche dei rischi e delle controindicazioni, innanzitutto non bisogna praticare questi esercizi in solitudine, perché si potrebbe finire in iperventilazione o perdere i sensi; inoltre tutti coloro che soffrono di problemi cardiaci o asmatici, devono consultare un professionista prima di provare questi tipi di diete.

In definitiva, non si può dimagrire semplicemente respirando, ma il “Lungo respiro” ci può aiutare a rispettare un regime alimentare sano e ad eliminare le scorie dal nostro corpo!

Articolo precedenteFagiolini, patate e salsa verde
Articolo successivoIl Vegan e il Biologico arrivano nella Cosmesi
“La lettura è il viaggio di chi non può prendere un treno” (Francis de Croisset). Questa è la frase che più mi rappresenta, che riesce ad esprimere appieno la mia passione per la lettura e per i libri come oggetto di cultura capace di conservarsi per sempre. Mamma e donna, scrittrice nei ritagli di tempo, attratta dal mondo della moda. Qualcuno mi definisce un'esteta ma io semplicemente: "passionale" con un amore innato verso la bellezza e soprattutto del mondo del benessere e delle regole per uno stile di vita sano e rispettoso dell’ambiente.