CONDIVIDI

Con l’arrivo della tecnologia nella nostro quotidiano, la qualità della vita è stata migliorata. Ogni giorno i confini tra uomo e macchina sono sempre più flebili, e sempre più imprese stanno investendo fondi per proseguire in questa direzione: la robotica.

Insieme all’evoluzione robotica si stanno sviluppando di pari passo anche un notevole numero di app che aiutano a controllare lo stato di benessere generale del nostro corpo.

A me che piace tanto prendermi cura di me stessa ho trovato una recente scoperta che mi ha lasciata senza parole e riguarda la cura della nostra pelle: un’app che riesce a scansionarla e a darci le soluzioni migliori per prendercene cura. Non è fantastico?

Non si tratta di essere vanitose, ma considerati i livelli di inquinamento a cui siamo sottoposte ogni giorno, la sovraesposizione ai raggi UV a causa dei problemi del buco nell’ozono, mi piace pensare che quest’app sia davvero rivoluzionaria perché può aiutarci a tenerla al meglio pulita senza dove pagare fior fior di soldi presso studi dermatologici.

L’app si chiama My Skin Track Ph e nasce proprio con l’intento di fornire informazioni in tempo reale sullo stato di salute della nostra pelle, ovunque noi ci troviamo. L’app è stata sviluppata grazie a una collaborazione tra L’Oreal, la Roche-Posay e Epicore Biosystems.

Come Funziona My Skin Track Ph?

L’app lavora attraverso un sensore che dev’essere posizionato direttamente sulla nostra pelle, e in pochissimo tempo riusciamo a sapere i livelli di Ph per determinare lo stato dell’epidermide e sapere come prendercene cura.

Insieme a My Skin Track Ph è stato sviluppato anche My Skin Track Uv, che invece, com’è facile intuire dal nome, è stato concepito per monitorare l’esposizione ai raggi UV, e inviare i dati ad un’app che determina un possibile abuso espositivo.

Sono davvero contenta di queste due app rivoluzionarie e spero di riuscire a provare quanto prima. Se ne avrò l’occasione vi lascerò volentieri la mia recensione.