CONDIVIDI

Ormai ci stiamo purtroppo abituando a repentini cambi termici, con tempeste improvvise e ondate di caldo torrido. In questi bruschi cambi di temperatura è molto difficile abituarsi, sono insopportabili e rendono pesanti le nostre normali attività quotidiane. Ma possiamo cercare di affrontarle al meglio, seguendo delle importanti indicazioni:

  • Evitiamo di uscire nelle ore più calde della giornata, dalle 11 alle 18, o comunque di non sostare a lungo all’aria aperta. In ogni caso, proteggersi con un cappello, gli occhiali da sole e con creme solari ad alto fattore di protezione. In questa fascia oraria evitiamo anche l’attività sportiva e i lavori pesanti. Quando ciò non è possibile, alterniamo momenti di lavoro a momenti di pausa in luoghi rinfrescati, per evitare pericolosi colpi di calore e disidratazione.
  • Indossiamo abiti leggeri, chiari, non aderenti, possibilmente in fibre naturali in modo da assorbire meglio il sudore e favorire la traspirazione.
  • Idratiamoci costantemente, beviamo almeno due litri di acqua al giorno, ponendo particolare attenzione per anziani e bambini. Evitiamo le bibite gassate, gli alcolici, le bevande troppo calde e troppo fredde. Mangiamo cibi leggeri e ricchi di acqua, come frutta e verdura. Evitiamo pasti pesanti e preparazioni elaborate, meglio piccoli pasti leggeri con pesce e carne bianca.
  • Chiudiamo le finestre e i sistemi oscuranti che sono esposti al sole. Apriamole nelle ore più fresche, favorendo anche le correnti d’aria per accellerare il raffrescamento. Evitiamo l’uso di elettrodomestici che producono calore. Utilizziamo l’aria condizionata tra i 24 e i 27 gradi, evitando gli sbalzi termici.
  • Abbassiamo la temperatura corporea con bagni o docce con acqua tiepida.
  • Prima di entrare in auto, se è stata parcheggiata al sole, apriamo gli sportelli per fare arieggiare. Iniziamo il viaggio a finestrini aperti e sistema di climatizzazione acceso per favorire il graduale raffrescamento. In presenza di seggiolini per bambini, verificare che non siamo bollenti, e coprirli con tessuti traspiranti. Non lasciare mai, nemmeno per un minuto, persone e animali in macchina.
  • Conservare adeguatamente sia i medicinali che il cibo per proteggerli dal caldo eccessivo.
  • Particolare attenzione per le persone a rischio, ovvero anziani con patologie croniche, oppure donne in gravidanza. Segnalare al medico qualunque alterazione o stato di malessere, specie se sottoposti a particolari cure farmacologiche.