CONDIVIDI

Lo ammetto, la Nutella non manca mai nella mia dispensa. Magari la uso un paio di volte al mese, non compro i barattoli formato famiglia per tentare di limitare i danni! Comunque devo sapere che c’è. Perché a volte è sufficiente una fetta di pane spalmata di Nutella per una merenda che faccia tanto bene allo spirito!

Oggi con la Nutella ho fatto dei velocissimi frollini. Ho preparato una semplice crostata con la mia pasta frolla. L’ho fatta più piccola del solito, per cui mi è avanzata un pò di frolla, che ho conservato in frigo visto che ero impegnata a preparare il pranzo.

Nel primo pomeriggio ho pensato bene, invece di congelarla, di fare dei frollini. Precisamente, unire la Nutella alla frolla, per ottenere fragranti biscotti, buonissimi sia a colazione che per accompagnare una pausa-caffè. E’ una ricetta facile e veloce, un modo di usare la frolla che vi avanza quando preparate un dolce e , come me, abbondate sempre con le dosi!

[adsense]

Ingredienti:

Procedimento:

Stendete appena l’impasto e unite al centro la Nutella. Impastate, spolverando il piano di lavoro col cacao quando diventa appiccicoso, fino a che la Nutella è ben amalgamata alla frolla.

Stendete l’impasto dello spessore di circa mezzo centimetro, tagliate i frollini con una rotella tagliapasta o, se preferite, con delle formine per biscotti.

Disponete su una teglia e mettete in forno, preriscaldato a 180 gradi. Dopo 10 minuti i frollini alla Nutella sono pronti!

[adsense2]

Articolo precedenteL’aloe vera nella cosmesi naturale
Articolo successivoRicco di proteine e vitamine: alla scoperta del MISO
Appassionata di scrittura, ma soprattutto di cucina, quella semplice, sentimentale e sincera fatta di segreti tramandati e condivisi, di storie legate alla tradizione e alla famiglia. Spesso salutare ma, che ci volete fare, mangiare è un gran piacere, per cui è anche saporita e succulenta. E’ anche fatta di sogni, di sapori vicini e lontani, per contaminare, sperimentare e scoprire gusti e profumi nuovi. La mia ispirazione viene dai libri, dal web, dal mercato, e dalle persone, con le quali mi piace condividere la tavola. Perché condividere è l'aspetto più bello della cucina.