CONDIVIDI

Un’idea per colazione? Oppure qualcosa da portare in borsa per uno snack salutare? Questa ricetta fa per te, una granola di farro ai semi, provala subito!

La granola di farro è la mia preferita, il mix di sapori che mi piace di più in assoluto. Adoro la granola, ovviamente prediligo quella fatta in casa. Vado a caccia in rete di ricette e varianti, e prendo ispirazione da siti e blog, curiosa di leggere le scelte degli altri. Insomma, non mi faccio scappare nemmeno una ricetta!

Nelle varie prove fatte, ho scelto così le mie combinazioni preferite. Anche se è stata dura, mi piacevano tutte! Però avendo l’opportunità di farla in casa, è giusto mixare gli ingredienti che preferiamo. Giusto per avere delle regole di base, che poi basta sostituire un elemento per avere un gusto nuovo.

Nella granola di farro uso solo frutta essiccata, nello specifico mele e banane, e tanti semi. E poi ovviamente il farro, sia in fiocchi che soffiato. Del farro mi piace quel gusto tostato che, insieme ai semi, prevale e da un buon sapore ad un bicchiere di latte. Ma è altrettanto buono al naturale. Infatti ho sempre una bustina di granola di farro in borsa, da sgranocchiare quando sto fuori tutto il giorno. Ecco la mia ricetta!

Ingredienti:

  • 100 gr di farro soffiato
  • 250 gr di fiocchi di farro
  • 200 gr di semi ( zucca, girasole, lino)
  • 40 gr di mela essiccata
  • 90 gr di chips di banana
  • 1 cucchiaio di zucchero moscovado
  • 100 gr di acqua
  • 50 gr di olio di semi
  • 100 gr di miele millefiori

Procedimento:

Accendiamo il forno a 160 gradi, ventilato. Scaldiamo l’acqua, uniamo il miele, così da farlo sciogliere un pò, e poi aggiungiamo l’olio. Versiamo tutti gli ingredienti secchi in una ciotola, e aggiungiamo i liquidi. Mescoliamo bene gli ingredienti.

Versiamo il tutto su una teglia rivestita di carta forno. Inforniamo per circa 40 minuti, girando ogni 15 minuti per tostare la granola di farro in modo uniforme. Sfornare e lasciamo raffreddare completamente la granola prima di conservarla.

Articolo precedenteZuppa fredda di pomodori con salsa di mandorle
Articolo successivoCome preparare un perfetto frullato dimagrante
Appassionata di scrittura, ma soprattutto di cucina, quella semplice, sentimentale e sincera fatta di segreti tramandati e condivisi, di storie legate alla tradizione e alla famiglia. Spesso salutare ma, che ci volete fare, mangiare è un gran piacere, per cui è anche saporita e succulenta. E’ anche fatta di sogni, di sapori vicini e lontani, per contaminare, sperimentare e scoprire gusti e profumi nuovi. La mia ispirazione viene dai libri, dal web, dal mercato, e dalle persone, con le quali mi piace condividere la tavola. Perché condividere è l'aspetto più bello della cucina.