CONDIVIDI

Non so se per voi è lo stesso, ma i fianchi sono sempre stati il mio punto debole. E’ un problema che affligge in modo particolare noi donne, e che non riguarda soltanto le donne in sovrappeso. Sicuramente i chili in più hanno la tendenza ad accumularsi proprio lì, ma i fianchi sono un problema anche delle donne magre.

Si tratta di un accumulo di grasso e liquidi localizzato all’altezza dell’articolazione dell’anca, nella zona esterna delle cosce. La causa? Ci può essere una componente genetica, ma contribuiscono notevolmente la sedentarietà, un’alimentazione scorretta con troppi grassi e zuccheri, una circolazione lenta e quindi ristagni di liquidi.

Appare evidente che per sconfiggere quegli antiestetici cuscinetti, l’attacco va eseguito da più fronti, ovvero dieta, movimento e prodotti mirati. Per cercare di bruciare i grassi accumulati, due volte a settimana possiamo cenare con una portata di sole verdure. Scegliamole di stagione, se possibile, condite con spezie e aromi. Vincenti per il nostro obiettivo sono zenzero, coriandolo, pepe nero e curcuma.

A colazione una fonte di proteine, tipo yogurt magro, con fiocchi d’avena. Prima di pranzo, un centrifugato di mela verde, carote e zenzero con succo di pompelmo aiuterà a ridurre l’assorbimento di grassi.

E’ sempre valido il consiglio di bere molta acqua, oltre che tisane e infusi, specie se drenanti. Per stimolare lo smaltimento dei grassi accumulati possiamo prendere per circa un mese il guaranà, che troviamo in compresse in erboristeria o in farmacia. Contiene caffeina, utile per sciogliere i grassi, quindi evitiamo se possibile di bere il caffè. Come sempre, prima di ricorrere a qualsiasi integratore, chiediamo il parere del medico. 

Dall’esterno interveniamo con un rimedio tutto naturale. Sciogliamo un cucchiaino di sale marino (drenante) in una tazza di acqua calda, poi aggiungiamo 4 cucchiai di argilla verde (snellente e tonificante) e un cucchiaio di alghe in polvere (antigrasso). Applichiamo il composto dopo uno scrub corpo e avvolgiamo con pellicola per alimenti. Il calore farà penetrare in profondità i principi attivi. Risciacquare e procedere alla normale idratazione.

Articolo precedentePolpette di lenticchie e salsa al curry
Articolo successivoPandora e UNICEF: la partnership a supporto dei bambini
“La lettura è il viaggio di chi non può prendere un treno” (Francis de Croisset). Questa è la frase che più mi rappresenta, che riesce ad esprimere appieno la mia passione per la lettura e per i libri come oggetto di cultura capace di conservarsi per sempre. Mamma e donna, scrittrice nei ritagli di tempo, attratta dal mondo della moda. Qualcuno mi definisce un'esteta ma io semplicemente: "passionale" con un amore innato verso la bellezza e soprattutto del mondo del benessere e delle regole per uno stile di vita sano e rispettoso dell’ambiente.