CONDIVIDI

Avere la pancia piatta è il desiderio di tutti, ma diventa sempre più difficile realizzarlo. L’alimentazione disordinata e la scarsa attività fisica sono tra le cause principali. Che fare?

Va precisato che bisogna escludere l’eventualità che avere la pancia gonfia sia dovuta a problematiche intestinali. In quel caso, sarà il medico a stabilire le cause e la cura più giusta. Lo stress può incidere nella formazione della pancetta, facendo accumulare aria nello stomaco. In questo caso ci si può aiutare con l’alimentazione e con tisane anti gonfiore.

Per avere una pancia piatta occorre regolarizzare il consumo dei carboidrati, e quindi non solo pane e pasta, ma anche legumi e frutta. I cereali vanno scelti integrali, preferibilmente senza glutine, in quanto questo tende a infiammare l’intestino e causare gonfiori addominali. Ovviamente non esageriamo con le quantità: andranno bene 50/70 grammi a pasto. 

Le proteine da preferire sono le uova, pesce magro e carni bianche. Tra i formaggi, meglio gli stagionati come parmigiano e grana. La frutta non deve superare i 300 g al giorno, tra tutti preferire gli agrumi. I legumi vanno bene anche tutti i giorni, 50 g se secchi, 120/160 se cotti. Prepariamo i legumi in modo da evitare fastidi e gonfiori. Oppure possiamo ricorrere ai legumi decorticati.

E’ bene inoltre avere un’alimentazione regolare, con tre pasti principali e due spuntini, a metà del mattino e del pomeriggio. Questo per evitare attacchi di fame controproducenti. La colazione è molto importante, contribuisce a mantenere attivo il metabolismo tutta la giornata. Un buon esempio di colazione equilibrata è un tè verde con tre gallette integrali, un velo di marmellata senza zucchero e un frutto. Per dolcificare, stevia o sciroppo d’acero. 

A pranzo vanno bene i carboidrati, 60 g integrali, con 250 g di verdure e 120 g di pesce, un pasto equilibrato e ricco di nutrienti. A cena aumentiamo le proteine a 140 g, di pollo o tacchino, verdure e due gallette integrali. Se la fame ancora si fa sentire, aumentiamo le dosi di proteine ma soprattutto di verdure. Per gli spuntini, un frutto e qualche noce, oppure uno yogurt o un frullato di frutta e verdura, senza dimenticare una piccola porzione di grassi buoni (avocado, semi oleosi).

Per raggiungere l’obiettivo della pancia piatta importante è anche la cottura dei cibi, che deve sempre essere semplice, senza grassi, leggera. L’olio extravergine meglio usato a crudo. Limitiamo il consumo di fritti, insaccati e salumi, nonché il sale, da sostituire con spezie e aromatiche. Niente zucchero bianco né prodotti industriali, specie dolciari. Non ci dimentichiamo di bere molto, acqua, infusi mirati e tè verde. Da evitare bibite gassate e alcol, concesso un bicchiere di vino durante i pasti.