CONDIVIDI

Come suggerisce il nome stesso, la dieta proteica, chiamata anche iper-proteica, è un regime alimentare che si basa sull’aumento del consumo di proteine, proferite a carboidrati e zuccheri.

Più propriamente non si tratta di una dieta, ma di un regime alimentare che promuove l’aumentato del consumo di proteine, senza carboidrati. In questo modo l’organismo non brucia gli zuccheri disponibili, ma agisce direttamente sulle riserve di grassi.

La dieta proteica o iper-proteica rientra nei regimi cosiddetti “dimagranti” e permette in tempi brevi di perdere peso solo se si riducono contemporneamente anche gli alimenti calorici.

Questo perché se il fabbisogno energetico è soddisfatto dall’assunzione di carboidrati e lipidi, le proteine vanno a costituire una riserva di grassi. Se, al contrario, si riduce l’apporto delle prime due componenti, allora occorre sfruttare le proteine per soddisfare il consumo calorico.

Normalmente i nutrizionisti raccomandano un consumo medio giornaliero di proteine che va dal 15% fino ad anche il 25-30% del fabbisogno calorico, ovvero dagli 0,8 a 1,5 gr per 1 kg di peso corporeo.

Il regime iper-proteico invece, prevede un apporto che va da poco meno di 2 fino a 2,5 gr per ogni kg. Questo perchè le proteine “saziano” più a lungo e hanno meno calorie dei carboidrati; però, nonostante il deficit calorico, non fa sentire i tanto odiosi morsi della fame.

La spiegazione a tutto ciò è che le proteine vengono digerite più lentamente dal nostro organismo, così facendo il nostro metabolismo resta attivo anche più a lungo, bruciando di fatti più calorie.

Meno calorie quindi, meno kg in eccsso. Sembrauna pubblicità, ma di fatto è proprio così e per rendere ancor più perfetto questo processo, si consiglia di abbinare un programma di allenamento specifico o anche mezz’ora di camminata al giorno.

Il nostro corpo, in caso di ridotto apporto calorico, copre il fabbisogno energetico andando ad attingere ai tessuti che lo compongono, uno dei “carburanti” più utilizzati sono le cellule muscolari. Aumentando l’apporto di proteine si contrasta proprio la riduzione della massa muscolare, quindi ciò che si perderà sarà maggiore massa grassa, mantenendo una muscolatura intatta.

Ecco un tipico menu di esempio di una dieta proteica:

Colazione: Caffè o the; Due vasetti di yogurt magro alla frutta o un frullato di frutta accompagnato da latte magro.

Pranzo: Petto di pollo ai ferri o alla piastra; Insalata mista o verdure al vapore

Spuntino: Un frullato di frutta fresca; Un etto di ricotta fresca o di formaggio “light”.

Cena: 80 gr di bresaola o di fesa di tacchino arrosto; Una macedonia di frutta mista.

In qualunque dieta e ancor più nella dieta proteica è davvero molto importante prevenire problematiche ai reni o al fegato, per questo è bene evitare il rischio di disidratazione bevendo molta acqua durante la giornata.

Le dosi consigliate sono almeno un litro e mezzo durante la giornata ed assumere tisane depurative a base di erbe benefiche come curcuma, tarassaco e cardo mariano.

Secondo gli esperti nutrizionisti, la dieta proteica presenta inoltre un rischio minore di effetto yo-yo rispetto ad altre diete.

Se la proverai facci sapere com’è andata!