CONDIVIDI

Vogliamo sfruttare al meglio le proprietà dei semi di lino? Usiamoli in modo corretto nelle ricette, magari al posto delle uova!

Sappiamo bene quali sono proprietà e benefici dei semi di lino, piccoli semi insapori dal grande valore nutritivo. Ma quale è il modo corretto di utilizzarli in cucina?

Infatti non bisogna fare l’errore di aggiungerli tale e quali alle nostre ricette, in quanto non sarebbe possibile assimilarli da parte del nostro organismo. Quindi non avremmo la possibilità di beneficiare di tutte le sue sostanze nutritive.

[adsense]

I semi di lino vanno infatti frantumati, possibilmente pestandoli in un mortaio. In questo modo li possiamo usare nelle insalate, oppure nello yogurt.

Possiamo anche unirli agli ingredienti di frullati e smoothie, per una colazione energetica. Per dare un tocco croccante aggiungiamoli al pane fatto in casa, sia nell’impasto che sulla crosta, sentirete che aroma di nocciola!

E tritandoli possiamo ricavarne la farina, che darà alle nostre ricette una deliziosa nota di nocciola tostata.

Essendo idrocolloidi, i semi di lino a contatto con l’acqua tendono a gelificare producendo una mucillagine. Grazie a questo processo possono essere utilizzati al posto delle uova!

Il procedimento è molto semplice: mescoliamo 1 cucchiaio di semi di lino tritati con 3 cucchiai di acqua. Dopo circa 15 minuti il nostro “uovo”, chiamato flax egg, sarà pronto per qualunque ricetta, sia dolce che salata.

Possiamo anche ricavare un’altra sostanza dai semi di lino che ha la stessa sostanza degli albumi, per cui può essere un valido sostituto.

Si lasciano i semi di lino interi in ammollo in acqua per 8-10 ore, oppure si fanno bollire per circa 20 minuti. In ogni caso il rapporto tra semi e acqua è di 1 a 3. Successivamente separiamo i semi dal cosiddetto flax gel, i nostri albumi pronti per l’impiego in cucina.

Se avete un germogliatore, è possibile preparare dei germogli salutari e ricchi di nutrienti benefici per l’organismo. Oppure, usiamo un contenitore in vetro, dove disporre i semi di lino dopo averli sciacquati accuratamente, e copriamo con un telo pulito.

Sciacquiamo due volte al giorno, con l’aiuto di un colino. Dopo 4 o 5 giorni i germogli saranno pronti, possono essere conservati in frigo, senza coperchio, per qualche giorno.

[adsense2]

Consumateli a crudo, perchè cotti perderanno la maggior parte dei nutrienti.