CONDIVIDI

Capita spesso in farmacia, o persino nei supermercati, di trovare tra gli scaffali confezioni di melatonina. In pratica degli integratori che aiutano chi soffre di insonnia oppure non riposa bene. Confesso che, in particolari momenti di forte stress e tanti pensieri, mi è venuta la tentazione di provarla. Dormire bene, lo sappiamo già, è la medicina migliore per essere in forma e affrontare la giornata. Ma la melatonina funziona davvero?

La melatonina è un ormone che viene prodotto naturalmente dalla ghiandola pineale. Pertanto è presente nel nostro corpo, gli integratori servono solo ad aumentarne la quantità in certe situazioni. La melatonina viene sintetizzata in assenza di luce, e a partire dagli anni ’70, si è dimostrato come fosse legata al ritmo circadiano e che servisse da regolatore sonno-veglia. Successivamente dagli anni ’90 è diventato uno dei farmaci più usati in caso di disturbi del sonno, dall’insonnia al jet-lag.

[adsense]

Secondo molti studi scientifici, come integratore funziona davvero. La produzione di melatonina diminuisce con l’avanzare dell’età, ecco perché spesso sono le persone anziane ad avere problemi nel dormire. Ma questo tipo di integratore viene usato anche per i bambini, e da moltissimi adulti. Da alcune persone viene preferita ai classici sonniferi perché vista come una soluzione più naturale.

Il consiglio per la sua assunzione in ogni caso va chiesto al proprio medico, soprattutto se si prendono farmaci coi quali potrebbe interferire. La melatonina può essere assunta anche da chi fatica a prendere sonno, come per chi lavora di notte. In ogni caso, se si hanno problemi di sonno, è opportuno cercare di migliorare gli aspetti del nostro quotidiano che interferiscono col giusto riposo.