CONDIVIDI

Il profumo delle polpette di vitello fritte che si diffonde in cucina è il vero sapore della domenica. Di quelle che si resta in casa, magari ci sono degli ospiti, e si prepara anche il dolce e il sugo di pomodoro. Dove, perché no, si possono anche poi tuffare le polpette.

Infatti spesso, una volta fritte, quando il sugo è quasi pronto, le polpette di vitello finiscono per diventare al pomodoro. Che diventa molto saporito, che sapore sulla pasta! e noi avremo un bel sughetto dove pucciare il pane dopo aver spazzolato le polpette.

Ovviamente le polpette di vitello fritte sono buone così. Possiamo preparare una salsetta di accompagnamento, qualcosa di fresco allo yogurt, o una maionese fatta in casa. Attenzione però, il rischio è che finiscano prima di portarle in tavola!

[adsense]

Ingredienti:

  • 500 g di carne macinata di vitello
  • 1 carota
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • una manciata di prezzemolo
  • sale, olio evo q.b.

Procedimento:

Laviamo il prezzemolo e tamponiamolo per eliminare l’acqua. Tritiamo finemente la carota, l’aglio e il prezzemolo e uniamo alla carne di vitello.

Aggiungiamo l’uovo, un pizzico di sale e il parmigiano e impastiamo bene gli ingredienti, fino ad ottenere un composto omogeneo e asciutto. Facciamo raffreddare una mezz’ora in frigorifero.

Con l’impasto formiamo le nostre polpette di vitello, modellandole tra le mani. Cerchiamo di farle di circa un paio di centimetri di diametro, per facilitare la cottura.

In un padellino con poco olio extravergine d’oliva, cuociamo le polpette, poche per volta, rigirandole spesso per una cottura uniforme e croccante. Scoliamo su un piatto con carta da cucina man mano che sono pronte.

[adsense2]