Torta alle noci e farina di castagne

Questa torta alle noci è davvero una bomba! Forse un dolce un pò più da domenica che non da colazione, soprattutto se lo serviamo con una bella decorazione di panna montata. E qualche pezzetto di castagna lessa, così da avere qualcosa di morbido che si scioglie in bocca insieme alla torta.

Oppure, temerari e senza paura, una bella fetta a colazione, e tiriamo dritto fino all’ora di pranzo con una bella carica di energia. Vi lascio la scelta, tanto questa torta alle noci è di una bontà veramente superlativa. Ma poi ditemi come va a finire…

[adsense]

Ingredienti:

  • 4 uova
  • 100 g di noci tritate
  • 100 g di farina di castagne
  • 120 g di farina 00
  • 100 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • panna montata per decorare (facoltativo)

Procedimento:

Separiamo i tuorli dagli albumi. Montiamo a neve gli albumi con un pizzico di sale e teniamo da parte.

In un’altra ciotola sbattiamo i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e spumosa. Aggiungiamo un pò per volta le farine, il lievito, il burro sciolto tiepido e le noci tritate.

Mescoliamo fino a che gli ingredienti non si saranno completamente amalgamati. Incorporiamo gli albumi montati a neve, con movimenti lenti dal basso verso l’alto.

Versiamo il composto in una teglia imburrata e infarinata e cuociamo in forno preriscaldato a 170° per circa 30 minuti.

Una volta fredda, serviamo la torta di noci con panna montata, oppure zucchero a velo.

[adsense2]

Previous articleLouis Vuitton in una collaborazione unica per il gioco League of Legends
Next articleSopracciglia perfette per una grande occasione? Prova il tatuaggio temporaneo!
Appassionata di scrittura, ma soprattutto di cucina, quella semplice, sentimentale e sincera fatta di segreti tramandati e condivisi, di storie legate alla tradizione e alla famiglia. Spesso salutare ma, che ci volete fare, mangiare è un gran piacere, per cui è anche saporita e succulenta. E’ anche fatta di sogni, di sapori vicini e lontani, per contaminare, sperimentare e scoprire gusti e profumi nuovi. La mia ispirazione viene dai libri, dal web, dal mercato, e dalle persone, con le quali mi piace condividere la tavola. Perché condividere è l'aspetto più bello della cucina.