Una spugna esfoliante, biodegradabile ed allergenica: la spugna di Luffa

La luffa proviene da una pianta della famiglia di zucche e zucchine, cresce in altezza e i suoi frutti, sono simili a cetriolini, che se si lasciano seccare sulla pianta danno vita ad un processo di decomposizione della polpa che lascia solo il reticolo fibroso del frutto.

Una volta tolta la pelle abbiamo la luffa che è utilizzata così com’è: basta tagliare in 4 o 6 pezzi il frutto maturo.

La spugna di luffa è molto utilizzata soprattutto per le sue proprietà esfolianti, ci aiuta infatti ad eliminare le cellule morte dalla nostra pelle, migliorando la microcircolazione sanguigna e rendendo la pelle più liscia e morbida.

[adsense]

Questa spugna naturale, si può utilizzare anche per le pelli sensibili e delicata perché è ipoallergenica.

Basta quindi spazzolare la pelle a secco con la spugna di luffa, bagnare la pelle sotto la doccia, inumidire la spugna ed aggiungete un detergente esfoliante.  Massaggiate tutto il corpo con movimenti circolari e risciacquate con acqua tiepida ed applicare una crema idratante.

La spugna di luffa può essere utilizzata anche per preparare la pelle alla depilazione o per rimuovere i peli incarniti, basta infatti passarla a secco sulle zone da depilare.

Una volta utilizzata questa spugna potete anche utilizzare per lavare i piatti o il forno, sfruttando al massimo il loro potere abrasivo e naturale al 100%.Potete acquistare la spugna di Luffa nelle erboristerie, nei negozi bio o on line, ad un costo contenuto, regalando un prodotto naturale al nostro skin care e contemporaneamente, aiutando l’ambiente, visto che si tratta di un prodotto naturale biodegradabile.

Previous articleIl nuovo taglio di capelli di Kasia Smutniak fa impazzire il web
Next articleIl capo che non può mancare nel nostro guardaroba invernale: il cappotto cammello
“La lettura è il viaggio di chi non può prendere un treno” (Francis de Croisset). Questa è la frase che più mi rappresenta, che riesce ad esprimere appieno la mia passione per la lettura e per i libri come oggetto di cultura capace di conservarsi per sempre. Mamma e donna, scrittrice nei ritagli di tempo, attratta dal mondo della moda. Qualcuno mi definisce un'esteta ma io semplicemente: "passionale" con un amore innato verso la bellezza e soprattutto del mondo del benessere e delle regole per uno stile di vita sano e rispettoso dell’ambiente.