La Dinner Cancelling è la dieta segreta di Fiorello - DonnaPress
Pubblicato il: 17 Gennaio 2020 alle 5:07 pm

Continua a riscuotere un enorme successo la dieta chiamata “Dinner cancelling”, mediante la quale lo showman siciliano che noi tutte conosciamo, Fiorello è riuscito a perdere peso e tornare in forma.

Negli ultimi tempi Fiorello è tornato in tv ben in forma e lui stesso ha svelato di essere riuscito a dimagrire in poche settimane grazie alla dinner cancelling, dieta che come suggerisce il nome, fa letteralmente “scomparire la cena” in modo da far perdere velocemente peso ma anche per contrastare l’invecchiamento.

Questa particolare dieta è stata messa a punto dal personal trainer tedesco, Dieter Grabbe, e si tratta di un regime alimentare che va al di là della semplice indicazione di seguire, più o meno frequentemente, un digiuno serale.

La dieta del dinner cancelling è un regime aliementare basato su cene saltate e digiuni ad intermittenza che prevere l’assunzione di alimenti nell’arco di 8 ore, lasciando lo stomaco vuoto invece per tutto il resto della giornata.

Questa dieta è stata confermata anche dallo specialista di medicina interna dell’ospedale San Paolo e Carlo di Milano, Alberto Benetti che al Fattoquotidiano.it ha affermato: “Si tratta di una dieta che ha delle basi scientifiche solide, e che porta benefici”.

Nonostante i benefici che la dieta del Dinnel Cancelling può apportare, il dottor Benetti invita tutti alla prudenza e precisa: “questa dieta deve essere seguita in maniera controllata ed equilibrata, e non fai da te”.

Un’affermazione forte ma chiara quella dello specialista, ma come accade spesso per questo tipo di diete che prevedono il digiuno, serve una corretta idratazione e pasti equilibrati ma che comunque contengano proteine, carboidrati e grassi.

Poi Benetti aggiunge: “Lo scopo di questa dieta è quella di ridurre la produzione di insulina e ormoni anabolici che trasformano le calorie in massa grassa”.

Saltare la cena, presenta anche dei grandi vantaggi però per il nostro organismo: “Si riduce così il carico di attività cerebrale richiesto dall’attività digestiva”.

Ovviamente l’esperto sottolinea anche che non tutti possono seguire questa dieta, che deve essere necessariamente essere prescritta o seguita sotto l’attenta valutazione di un medico, in quanto l’unico esperto in grado di personalizzarla sulla base delle abitudini del paziente: “Per un paziente diabetico, ad esempio, il digiuno prolungato può essere pericoloso”.

La dieta del dinner cancelling dunque non è una di quelle diete che si prestano al semplice fai da te, alla luce anche degli allarmanti dati secondo i quali un terzo dei decessi avvenuti in Italia nel 2017 è attribuibile a fattori di rischio comportamentali, tra cui i rischi connessi alla dieta, il tabagismo, il consumo di alcolici e la scarsa attività fisica.

Nessun allarmismo, questo è quanto emerge dal rapporto State of Health in the EU: Italy. Country Health Profile 2019 presentato a Bari, e organizzato dall’Aress Puglia in collaborazione con la Commissione europea, Ocse e Osservatorio Europeo sui Sistemi Sanitari e sulle Politiche Sanitarie.

Affinchè la dieta abbia un effetto, va associata anche la giusta dose di mattività fisica, passeggiando ogni giorno, o almeno 4 volte a settimana, per mezz’ora a passo svelto o praticare una moderata attività fisica.

Questa dieta viene definita da Grabbe “una vacanza per gli organi” e secondo la sua esperienza, affinchè se ne possano trarre dei benefici, bisogna seguirla anche una sola volta alla settimana, permettendo così agli organi di rigenerarsi, soprattutto fegato, reni e intestino.

Il consiglio è quello di digiunare la sera per almeno due o tre volte alla settimana, ripetendo la pratica in modo ciclico per alcuni mesi. In questo modo si riuscirà a tornare in forma e perdere peso gradualmente.

Oltre alla dinner cancelling graduale però, esiste anche una variante da 14 giorni che prevede il digiuno serale per tutto il periodo indicato per poi proseguire con la dinner cancelling solo alcuni giorni a settimana. Questa modalità è più indicata per le persone in sovrappeso.

In ogni caso affidatevi sempre a medici specialisti che sapranno indicarvi la soluzione migliore personalizzata sulla base delle proprie condizioni.

DonnaPress è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News e Google Discover, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI