Quante volte fare lo shampoo in base al tipo di capelli

Lo frequenza dello shampoo non è un aspetto tanto banale quanto si possa credere. E’ un’operazione spesso legata alle abitudini, oppure alle necessità del momento, e non possiamo negare che la condizione dei capelli dipende notevolmente dalle sue caratteristiche. Le super sportive avranno necessità di lavarli ogni giorno, mentre per chi lavora da casa o non esce ogni giorno lo shampoo non è una priorità.

A quanto pare, c’è una linea sottile tra i capelli che si lavano poco o troppo spesso. I capelli producono una sostanza oleosa naturale che li protegge, dunque lavandoli frequentemente vengono rimossi, lasciando i capelli asciutti, fragili e soggetti a rotture. Nello stesso tempo, non lavare abbastanza i capelli può anche portare ad avere pori ostruiti, indebolendoli.

[adsense]

In definitiva, non esiste una regola rigida per la frequenza con cui lavare i capelli, ma dipende dalla loro struttura. Inoltre, altri fattori possono incidere sul loro stato, come gli ormoni, le condizioni meteorologiche, la routine di allenamento, la frequenza con cui si toccano i capelli e dai prodotti per lo styling. Ma ci sono alcune linee guida generali per determinare quanto spesso dovresti lavare i capelli.

Le persone con capelli sottili dovrebbero lavarsi i capelli a giorni alterni, scegliendo uno shampoo che contenga proteine. Per chi invece ha capigliature folte, il consiglio degli esperti è eseguire lo shampoo un paio di volte a settimana. Integrare la propria hair routine con prodotti idratanti per il capello.

[adsense2]

I capelli ricci si sporcano difficilmente, quindi se non ci sono particolari esigenze, è possibile fare lo shampoo anche una volta alla settimana. A differenza dei capelli grassi, che possono anche portare a fare uno shampoo al giorno. Ricordarsi sempre che è possibile alternare i prodotti per la detersione, utilizzando anche linee specifiche per il tipo di cuoio capelluto.

Ad esempio per la cute grassa si può utilizzare un esfoliante, per pulire in profondità, e uno shampoo con acido salicilico, che elimina l’eccesso di grasso. Per prodotti specifici, si può sempre chiedere consiglio ad esperti di fiducia. Indipendentemente dal tipo di capelli, il consiglio è finire il risciacquo con acqua fredda, per rendere i capelli più lucenti e far durare più a lungo lo shampoo.

Previous articleCombattere lo stress con gli alimenti giusti
Next articleUna bomba di vitamina C per combattere l’influenza: il kiwi