Calzedonia si riconverte per aiutare gli ospedali italiani - DonnaPress
Pubblicato il: 25 Marzo 2020 alle 11:08 pm

La moda accoglie gli appelli lanciati dalle istituzioni italiane per colmare la mancanza di una produzione propria di mascherine e di presidi medici, necessari agli ospedali di tutta Italia per combattere l’emergenza Coronavirus.

Il Gruppo Calzedonia che include i brand Intimissimi, Tezenis e Falconieri, decide di dirottare la propria produzione e si attrezza per iniziare a produrre mascherine.

Nelle precedenti settimane, Sandro Veronesi, presidente di Calzedonia Group, a causa dell’emergenza sanitaria provoca dal COVID-19, aveva annunciato la chiusura momentanea di tutti i punti vendita sul territorio italiano per garantire sicurezza e tutela di clienti e collaboratori.

In questi ultimi giorni, l’azienda decide di riconvertire lo stabilimento di Avio (Trento) e di Gissi (Chieti),  in aggiunta agli stabilimenti croati.  Sono stati acquistati macchinari speciali per la creazione di una linea semi-automatica, e le cucitrici sono state formate al nuovo tipo di produzione.

Questo nuovo assetto permetterà la produzione di 10.000 mascherine al giorno nella fase iniziale, con un incremento previsto nelle prossime settimane.

DonnaPress è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News e Google Discover, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI