E’ tempo di pulizie di primavera: inizia dal tuo materasso

Solitamente la primavera è la stagione in cui in casa si svolgono i lavori più impegnativi, come tinteggiare oppure pulire i posti più nascosti. Questo anche perché in inverno le temperature ci tengono con le finestre chiuse più a lungo, ostacolando i lavori domestici più impegnativi. Adesso, complice anche la quarantena per Coronavirus che ci costringe in casa, è il momento giusto per dedicarsi un po’ alla cura della casa.

[adsense]

Una delle faccende domestiche più trascurate è sicuramente la pulizia del materasso. Il primo segnale di un bisogno di attenzione ti arriva dall’odore. Ti sarà sicuramente capitato di rifare il letto con lenzuola fresche di bucato e dopo poche ore sentire svanita ogni traccia di profumo di pulito. La colpa non è certamente del tuo detersivo, o della lavatrice, ma proprio del materasso!

Infatti, quell’odore persistente di stantio non è altro che un accumulo di acari, cellule morte e polvere. Trascorriamo nel letto in media 7 ore al giorno, quindi è normale che questo accada. Dato che non possiamo certamente mettere il materasso in lavatrice (sarebbe meraviglioso!), vediamo insieme come pulirlo e rinfrescarlo, e migliorare in questo modo anche il riposo notturno.

Dopo aver tolto la biancheria dal letto, il primo passo per pulire il materasso è di passarci un buon aspirapolvere. I materassi raccolgono cellule morte, sporcizia e acari, che oltre a non essere igienici, sono anche la causa dei cattivi odori. Se non hai un aspirapolvere munito di accessori adatti ad ogni occasione, compresa questa, ti spiego un semplice rimedio, adatto per qualsiasi tipo di aspirapolvere semplice.

Pulisci la parte terminale aspirante da residui di sporco e polvere con un panno umido, poi ricopri con un cappuccio in tessuto, si trovano facilmente nei negozi, di solito in microfibra. Puoi anche risolvere con un metodo casalingo e fai da te, utilizzando un vecchio canovaccio, chiuso a fagottino intorno alla spazzola aspirante. Ecco pronto il tuo accessorio per materassi! Non dimenticare di insistere su bordi e cuciture, lo sporco è molto insidioso.

Per rinfrescare il materasso puoi utilizzare del semplice bicarbonato di sodio, l’ingrediente davvero indispensabile per la pulizia naturale. Cospargi un generoso strato di bicarbonato di sodio sulla superficie del materasso e lascialo riposare per alcune ore, per dargli il tempo di assorbire bene gli odori. Puoi strofinarlo leggermente con l’aiuto di una spazzola, per farlo agire più in profondità.

[adsense2]

Per un effetto ancora più efficace aggiungi al bicarbonato qualche goccia di olio essenziale: la lavanda è la scelta più ovvia, ma potresti anche scegliere ylang-ylang, camomilla o qualsiasi altra fragranza ti piaccia oppure abbia a disposizione. Questo non solo renderà il tuo materasso piacevolmente profumato, ma anche più pulito, in quanto gli oli essenziali sono anche naturalmente antibatterici.

Se hai la possibilità e lo spazio, tieni il materasso al sole per alcune ore all’esterno, oppure semplicemente di fronte a una finestra aperta (un buon allenamento per le tue braccia!). Il sole e l’aria fresca sono i sani rimedi di una volta, e funzionano ancora. Ora il tuo materasso sarà pulito e fresco. Ricorda che l’uso di un coprimaterasso prima della biancheria da letto ti aiuta a mantenere il materasso più pulito, dato che rappresenta un ulteriore filtro, ed è inoltre facilmente lavabile.