Come pulire il forno in modo efficace e senza fatica

Stai cercando un metodo veloce e poco aggressivo per pulire il tuo forno?

Durante una lunga quarantena passata a sfornare ogni sorta di delizia, il nostro forno ha lavorato più che mai, e forse, prese dalla voglia di sperimentare, lo abbiamo un po’ trascurato. Nella speranza di non dover scrostare dal fondo residui incrostati di sugo di lasagne e schizzi di arrosti, vediamo come pulirlo in modo più efficace e semplice possibile, senza intossicarci.

In commercio ci sono molti prodotti specifici per la pulizia del forno, così come alcune soluzioni fai-da-te per un intervento più ecologico. Un metodo efficace è quello di creare all’interno del forno una certa quantità di vapore, che facilita l’operazione di pulizia senza l’uso di prodotti aggressivi. Ecco come procedere.

[adsense]

  • Rimuovere le griglie ed eventuali residui.
  • Mettere sul fondo una teglia dai bordi alti piena d’acqua, con 1/2 tazza di aceto.
  • Accendere il forno a 150° C e, quando arriva a temperatura, lasciare bollire l’acqua per circa 30 minuti.
  • Spegnere il forno e lascialo rintiepidire. Infine, pulire con una soluzione di acqua e aceto.

Possiamo preparare un detergente per il forno fai-da-te con una tazza di bicarbonato di sodio e 2 tazze di aceto, e lo versiamo in un flacone spray pulito. Versare sul fondo del bicarbonato e spruzzare l’aceto: si formerà una schiuma leggera che, facendola agire più a lungo possibile, agirà sulle incrostazioni. Spruzzare ogni tanto il detergente preparato, per farlo agire sulle parti più ostinate.

Si può anche preparare una sorta di crema abrasiva naturale, mescolando il bicarbonato con l’acqua. Distribuirla sulle pareti del forno, spruzzare dell’aceto bianco e fare riposare il più a lungo possibile. Strofinare la crema abrasiva con una spugnetta nei punti più incrostati. Rimuovere poi tutti i residui, sciacquando con acqua calda.