Nadia Toffa, l’agghiacciante scoperta sull’origine del tumore – VIDEO

La Iena bionda c’ha lasciato troppo presto. Nadia Toffa però ritorna a far parlare di sé a Le Iene: il video denuncia è da brividi.

Un video che fa ritornare alla mente tanti ricordi legati a Nadia Toffa. Il suo modo di fare giornalismo ha sempre incuriosito tutti i fan. Ecco cos’è emerso poche ore fa sui social.

Nadia Toffa, l'agghiacciante scoperta sul tumore

Nadia ha sempre denunciato tutto senza filtri. La iena, uccisa da un tumore, si è trovata faccia a faccia con la malattia, prima indirettamente poi direttamente.

Nadia Toffa, l’agghiacciante scoperta sul tumore

Difficile dimenticarsi della sua voce e se il ricordo sbiadisce ci pensano le Iene: Nadia Toffa ha più volte denunciato soprusi, abusi e meschinità civili e sociali senza temere alcuna conseguenza.

La iena, dopo la morte prematura, per via di un tumore al cervello, torna sui social con un video riportato dall’account del noto programma Mediaset.

Nadia, in questo video, dà voce ad una zona della Campania martoriata dai tumori. A quanto pare, già al tempo delle sue inchieste, Nadia aveva notato una terribile correlazione tra tumore e fattori ambientali degenerati.

Toffa la lotta per la Terra dei fuochi

Nadia si è messa in prima linea per denunciare le atrocità della Terra dei fuochi. Si tratta ovviamente di una parte di terra compresa tra Napoli e Caserta. Qui, dove i rifiuti sono stati per anni bruciati, c’è un rapporto di causa ed effetto tra insorgenza della malattia e danni ambientali.

Adesso, lo sostengono ufficialmente e con forza l’Istituto Superiore di Sanità e la procura di Napoli Nord: c’è una reale incidenza di malattie tra Giugliano e Caivano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Le Iene (@redazioneiene)

Le Iene ovviamente sono di nuovo disposti ad occuparsi del problema che rischia di compromettere la salute di un’intera regione martoriata dalle conseguenza di una politica corrotta dalla malavita che ha chiuso gli occhi troppo spesso su queste meschinità.