Spugna per lavare i piatti, sai quante volte va sostituita?

Forse non sai che la spugna per lavare i piatti va cambiata più spesso di quanto tu possa mai credere.

Se hai riflettuto sull’opportunità o meno di acquistare una lavastoviglie, ecco le informazioni che potrebbero lasciarti stranito/a: ci sono 54 miliardi di cellule batteriche su un singolo centimetro cubo di una normale spugna da cucina.

Potresti già sapere che è la tua cucina, non il tuo bagno, ad avere l’attività microbica più prolifica: ciò dipende dalla spugna per i piatti, il più grande serbatoio di batteri attivi in ​​tutta la casa.

Ma lo sapevi che pulire la tua spugna non fa che peggiorare le cose?

spugna per piatti

Spugna per lavare i piatti, un nido di batteri: lo studio

In un recente studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports, i ricercatori in Germania hanno scoperto che le spugne da cucina usate ospitano dozzine di microrganismi batterici (i ricercatori hanno tracciato solo i primi 20 batteri) e tra i primi 10 batteri più abbondanti, cinque erano correlati a quelli classificati come RG2, microbi associati a malattie umane prevenibili, compresa l’intossicazione alimentare.

La dimensione del test era relativamente piccola (14 spugne, separate dalla parte superiore e inferiore in 28 campioni), ma i 10 batteri più comuni erano “abbastanza onnipresenti“, osserva lo studio.

Inoltre, i campioni prelevati dalle case in cui erano state “pulite regolarmente“, secondo i loro proprietari, erano anche peggiori. In quelle spugne, due dei 10 batteri RG2 più comuni,  Chryseobacterium hominis e Moraxella osloensis, sono stati trovati in “proporzioni significativamente maggiori”.

Da una prospettiva a lungo termine“, hanno scritto i ricercatori, “i metodi di igienizzazione delle spugne non sembrano sufficienti per ridurre efficacemente la carica batterica nelle spugne da cucina e potrebbero persino aumentare le quote di batteri correlati all’RG2“.

E poiché le spugne da cucina – in genere – vengono utilizzate per molteplici attività (anche per pulire altre superfici), le nostre spugne non sono solo un “serbatoio di microrganismi“, scrive il team, “ma anche disseminatori su superfici, che possono portare alla contaminazione incrociata delle mani e del cibo, che è considerata una delle principali cause di focolai di malattie di origine alimentare“.

In altre parole, la tua spugna è davvero brava a diffondere i batteri in tutta la tua cucina.

Quanto spesso va cambiata la spugna?

Bene, sarai felice, e non così sorpreso, di apprendere che “in particolare, nessun batterio potrebbe essere rilevata in una raccolta di spugne da cucina appena acquistate, ovvero inutilizzate“.

Poiché sono le normali attività in cucina che danno vita a queste colonie batteriche, i ricercatori suggeriscono di sostituire le nostre spugne settimanalmente.