detersivi
Saranno ben sei i prodotti per la casa che potrete realizzare.

I detersivi autoprodotti sono particolarmente usati perché ecologici e molto meno costosi di quelli tradizionali.

detersivi
Saranno ben sei i prodotti per la casa che potrete realizzare.

Sempre più persone si stanno adoperando per l’autoproduzione di detersivi, una manovra che ha preso piedi anche grazie alla presenza di prodotti naturali disponibili per tutti. Alcuni di quest’ultimi, infatti, risultano perfetti contro sporco, grasso e per disinfettare.

A trarre i maggiori benefici sarà l’ambiente intorno a noi

Andando ad analizzare i vari aspetti positivi dell’autoproduzione di detersivi, non si può non nominare la drastica riduzione della plastica da riciclare. La confezione che andremo ad usare, infatti, non si deteriorerà in maniera significativa nel tempo.

Strettamente legato al primo punto anche il seguente. Con il detersivo fai da te si riduce di molto la presenza di sostanze chimiche nell’aria e negli scarichi, luogo dove vanno a finire tutti i detersivi di uso comune dopo ogni pulizia della casa o dopo il lavaggio di piatti e biancheria.

Il terzo vantaggio, come predetto, è quello legato all’aspetto economico. Non bisogna dimenticare l’elevato costo dei detersivi in vendita, decisamente maggiori di quelli che andremo a creare con dei prodotti naturali.

Gli ingredienti di cui avremo bisogno saranno tutti di facile reperibilità

Passando proprio agli ingredienti, vediamo di cosa necessiteremo per la creazione dei nostri prodotti per la casa. In primis del bicarbonato di sodio, il quale, servirà per la preparazione di sgrassatori, spray multiuso, sapone per i piatti, per la lavastoviglie, per la lavatrice e tanto altro ancora.

Successivamente troviamo l’aceto di alcool un vero e proprio sgrassante naturale e che bisognerebbe sempre avere con se in casa. Prodotto dall’utilizzo simile, invece, l’acido citrico, usato soprattutto come anti calcare per le lavastoviglie.

Inoltre avremo bisogno del sapone di marsiglia, ottimo per fare il bucato, dell’aceto bianco, in grado di scrostare qualsiasi cosa, del sale, che si trova spesso in prodotti pulenti, e la glicerina, usata.

Ci serviranno, infine, limoni, alcool denaturato ed oli essenziali, tutti utili nella lotta allo sporco da cucina. Procediamo, quindi, con il primo dei 6 prodotti che andremo a creare, ossia il detersivo per pavimenti.

Iniziamo, dunque, riempiendo un secchio di circa 4 litri con dell’acqua, aggiungendoci 4 cucchiaini di bicarbonato di sodio,  6 di alcol denaturato e uno di scaglie di sapone di marsiglia. Lasciato sciogliere il tutto potremo procedere al consueto lavaggio dei pavimenti.

Proseguendo con i detersivi, adesso andremo a vedere come preparare quello per i piatti. Si inizia facendo bollire per circa 40 minuti 8 limoni fino a quando non saranno morbidi. Una volta pronti procederemo facendoli a pezzi, frullandoli e filtrarli servendoci di un colino.

Il risultato, quindi, andrà mescolato con 800 ml di acqua, 300 grammi di sale e 200 ml di aceto o bianco o di alcool. Infine, una volta portato ad ebollizione il tutto andrà frullato con un mixer ad immersione e versato in un contenitore riciclato o un barattolo di vetro.

Arriviamo a parlare, dunque, del detersivo per lavastoviglie, il quale per realizzarlo dovremo miscelare 20 grammi di sapone di marsiglia, 350 grammi di bicarbonato di sodio, 150 grammi di acqua calda, 1 ml di olio essenziale preferito e circa 25 grammi di glicerina vegetale.

L’ultimo detersivo che ci resta, infine, è quello per lavatrice. Anche in questo caso per riuscire nel nostro intento dovremo mescolare diversi prodotti ossia 250 grammi di sapone di marsiglia, 5 litri di acqua, 150 grammi di bicarbonato di sodio, 30 gocce di olio essenziale preferito.

Quindi bisognerà mescolare fino a quando non si sarà sciolto tutto e poi aggiungere il bicarbonato e l’olio essenziale. Ultimi ma non per importanza lo sgrassatore, che si creerà con un litro di acqua, un bicchiere di alcool denaturato e un bicchiere di aceto bianco ed un prodotto per la pulizia del forno, il quale verrà fuori dall’aceto, dal vino bianco e dal sale.