Come i prendere provvedimenti per frenare le allergie primaverili.

La primavera è bellissima, anche se siamo in lockdown…ma è anche un periodo dell’anno chiave per le allergie primaverili. Quando le piante rilasciano il polline, milioni di persone con raffreddore da fieno iniziano a tirare su col naso e starnutire.

Come i prendere provvedimenti per frenare le allergie primaverili.

Questo periodo dell’anno significa più ore diurne, temperature più calde e splendidi paesaggi ovunque tu guardi. Ma c’è anche un aspetto negativo: le temute allergie stagionali.

Non esistono cure, ma possiamo prendere provvedimenti per cercare di frenare le allergie primaverili anche grazie ad abitudini domestiche.

Quali le cause scatenanti

Il più grande fattore scatenante dell’allergia primaverile è il polline . Alberi, erbe ed erbacce rilasciano questi minuscoli granelli nell’aria per fertilizzare altre piante. Quando entrano nel naso di qualcuno che è allergico, mandano in tilt le difese del corpo.

Il sistema immunitario vede erroneamente il polline come un pericolo e rilascia anticorpi che attaccano gli allergeni. Ciò porta al rilascio di sostanze chimiche chiamate istamine nel sangue.  Le istamine provocano il naso che cola , prurito agli occhi e altri sintomi che sono fin troppo familiari se si soffre di allergie. Purtroppo, per la maggior parte delle persone, le allergie stagionali possono essere una lunga guerra invece di una battaglia veloce. Alcuni sintomi, come starnuti e prurito, possono verificarsi quasi immediatamente dopo l’esposizione. Ma la congestione può arrivare fino a 8 ore dopo! Ovviamente sarà il proprio medico curante che vi indirizzerà da un allergologo per sottoporvi ai test che convalideranno  o meno l’allergia di cui siete afflitti ed esistono molti farmaci che possono alleviare i sintomi delle allergie.

Rimedi naturali per le allergie

L’irrigazione nasale utilizza una combinazione di acqua calda, circa un quarto di cucchiaino di sale e un quarto di cucchiaino di bicarbonato di sodio per eliminare l‘eccesso di muco e aprire i passaggi nasali. Utilizzate acqua sterile o precedentemente bollita per preparare la soluzione. È anche importante risciacquare il dispositivo di irrigazione dopo ogni utilizzo e lasciarlo asciugare all’aria.

Tenere a bada il polline

Ogni volta che il numero di pollini è maggiore, cercate di restare in casa di solito questo avviene al mattino.
Meglio mantenere porte e finestre chiuse durante i mesi primaverili per tenere lontani gli allergeni. Può anche aiutare un purificatore d’aria, pulendo spesso i filtri dell’aria. Inoltre, è bene pulire: scaffali, prese d’aria e altri luoghi in cui il polline può raccogliersi.
L’aspirapolvere deve essere usato almeno due volte a settimana, ma è bene indossare una mascherina, perché passando l’aspirapolvere si possono sollevare: pollini, muffe e polvere che sono rimasti intrappolati nel tappeto.

Mangiare cibo che combattono allergie

Alcuni alimenti possono aiutare a combattere le allergie primaverili. Uno studio del 2020 ha rilevato che l’estratto di zenzero era indicato nel trattamento dei sintomi nasali e causava molti meno effetti collaterali di alcuni farmaci.

I risultati di alcune ricerche sostengono che il miele possa ridurre i sintomi delle allergie, anche se sono necessari ulteriori studi. La ricerca mostra che la vitamina C può combattere le allergie.
In questo studio, però la vitamina è stata somministrata ai partecipanti per via endovenosa. Alcuni cibi ad alto contenuto di vitamina C includono: broccoli, cavoli, meloni, cavolfiori, fragole, patate dolci, pomodori e, naturalmente, arance.

La ricerca mostra che anche i probiotici possono aiutare le allergie, quindi assicuratevi di farne il pieno.

Inoltre alcune prove indicano anche maggiori tassi di rinite allergica nelle persone con diete ad alto contenuto di grassi e basso contenuto di carboidrati.

Creare un ambiente accogliente

Ci sono molte cose che si possono  fare per rendere la propria casa più a prova di allergia. Per esempio:

  • Optare per pavimenti in legno o tappetini invece di moquette.
  • Pulire regolarmente le piante d’appartamento e le cianfrusaglie al minimo. Non sono chiamati “collettori di polvere” per niente!
  • Tenere gli animali lontani dalle camere da letto. Soprattutto sui cuscini su cui appoggi la testa di notte.
  • Usare un deumidificatore.
  • Provare fodere anallergiche per cuscini e materassi.
  • Lavare settimanalmente lenzuola e indumenti in acqua calda.