lanterne
Con queste lanterne il nostro giardino sarà davvero suggestivo.

Le lanterne patchwork che andremo a creare potranno essere appese nel nostro giardino per fornirci luce nella calde serate estive.

lanterne
Con queste lanterne il nostro giardino sarà davvero suggestivo.

Oggi, in questa nuova, guida, andremo a vedere come creare delle lanterne patchwork con il riciclo creativo, il quale ci consentirà di trasformare dei vecchi barattoli di vetro in comode luci da giardino.

Con il riciclo creativo potremo dare una seconda vita a diversi oggetti

Ovviamente le nostre lanterne, oltre ad essere completamente personalizzabili con stoffe e carte di fantasia diversa, risulteranno anche ottimi regali da fare ai nostri amici. Questa tecnica che andremo a vedere, inoltre, potrà essere applicata a molti altri oggetti in vetro come i piatti da candela.

Senza indugiare oltre andiamo a vedere gli oggetti che ci serviranno per la realizzazione di questo nuovo progetto creativo. In primis, ovviamente, necessiteremo di diversi barattoli di vetro e ritagli di carta e stoffa, utili per decorare la nostra lanterna.

Infine andremo ad utilizzare, inoltre, della colla vinilica, un pennello, delle forbici e della rafia colorata. Dopo aver scelto lo stile da dare alla lanterna, si dovranno ritagliare i pezzetti di stoffa o carta che formeranno il motivo “patchwork” sulla lanterna.

Con il decoupage personalizzeremo la nostra lanterna

A questo punto procediamo applicandoli sul barattolo di vetro con la tecnica del decoupage. Per rendere l’operazione più semplice però vi consigliamo di passare la colla vinilica sul vetro con un pennello e far aderire il pezzetto di stoffa o carta.

Infine dovremo occuparci della rafia colorata la quale la useremo per eseguire una rilegatura e poter appendere così la lanterna. Il bello di quest’ultime, infatti, è il poterle posizionare in qualunque angolo del giardino, sui muretti, tavoli o all’esterno dell’abitazione. Speriamo, dunque, di esservi stati utili nella costruzione di questo nuovo oggetto.