barbour

La giacca cerata, il Barbour, tipicamente usata per andare a caccia nelle piovose campagne inglesi, è tornata come capospalla in grado di svoltare gli outfit.

barbour

Rilanciato da The Crown, il Barbour si può usare in modo versatile.

Funzionale ma fashion

Le nate sul finire degli anni ’80 ricorderanno il Barbour come il capospalla iconico degli anni del liceo. Oggi, le più giovani, lo hanno potuto conoscere grazie alla serie The Crown.

Del resto, il Barbour è il capospalla british per eccellenza utilizzato, anche dai reali, per andare a spasso nella piovosa campagna inglese.

Basti pensare che la Wax Jacket è finita nella wishlist di molte influencer lo scorso Natale. Si tratta di un capospalla versatile dalla natura casual e sportiva ma molto versatile.

Parola d’ordine: versatilità

Esiste in diversi modelli: corto, lungo, con o senza mantellina, a gilet e trapuntato. Basti pensare che si può indossare con o senza imbottitura, il che la rende perfetta anche per l’inverno.

La wax Jacket tradizionale è color verde sottobosco, la nuance perfetta per mimetizzarsi nella brughiera. Il materiale con cui è realizzata è tela di cotone cerato. E’ proprio la ceratura a renderlo idrorepellente. La fodera interna è a quadretti mentre il colletto è in velluto.

Nel corso della scorsa stagione Barbour ha realizzato una capsule collection in collaborazione con l’inglesissima icona di stile Alexa Chung.

Il Barbour diventa, dunque, il capospalla di tendenza da utilizzare come alternativa ai blazer nelle mezze stagioni e ai piumini in inverno. Il che è possibile grazie alle numerose varianti.