CONDIVIDI

Come agisce il sole sulla tua pelle e come può contribuire ad una accelerazione del processo di invecchiamento.

Probabilmente hai sentito che il sole è il peggior nemico della tua pelle. Ottimo, hai sentito bene. Troppa esposizione al sole, senza un’efficace misura di protezione solare, può essere dannosa per la pelle, poiché le radiazioni ultraviolette rappresentano minacce per la salute della pelle.

Sapevi che esistono due tipi di raggi UV che causano un’enorme quantità di danni alla tua pelle? I raggi UVA provocano abbronzatura, rughe e altri segni di invecchiamento precoce, mentre i raggi UVB provocano scottature e cancro della pelle.

sole e invecchiamento

Pigmentazione e scottature solari

scottatura solare

Quando la tua pelle viene a contatto con la luce solare, i suoi melanociti producono melanina per proteggerla dai danni del sole. La reazione chimica risultante provoca la pigmentazione che scurisce la pelle e la fa abbronzare.

L’esposizione prolungata al sole danneggia le cellule della pelle e può causare iperpigmentazione, che si presenta sotto forma di macchie scure. Quando sei esposto a più raggi UV di quanti la melanina della tua pelle possa proteggerti, andrai incontro a scottature solari e macchie di colore scuro.

Linee sottili e rughe

rughe di espressione

I fattori di crescita epidermici curano l’infiammazione e sono vitali per la salute della pelle. Aiutano a produrre collagene, elastina e fibroblasti che incentivano la rigenerazione della pelle. Tuttavia, le radiazioni ultraviolette possono distruggere questi fattori di crescita epidermica.

Ciò si traduce nella formazione di linee sottili, rughe e altri segni di invecchiamento precoce, poiché vi è una riduzione della produzione di proteine ​​essenziali nella pelle.

Macchie d’età

macchie scure

Una lentiggine appare quando le cellule produttrici di pigmenti (melanociti) della pelle sono danneggiate, il che porta alla fuoriuscita macchie grosse.

Le lentiggini più grandi, note anche come macchie dell’età, possono tipicamente apparire sul dorso delle mani, sul petto, sulle spalle e sulle braccia.

Le macchie d’età sono frequenti negli anziani, anche se è importante notare che non sono correlate all’età, ma – in realtà – sono una conseguenza dei danni del sole.

Ripartizione del collagene

Cibi e bevande da evitare per una pelle sana.

Le radiazioni UV possono causare la degradazione del collagene a un ritmo estremamente rapido. Penetra nel derma (lo strato intermedio della pelle) e provoca un accumulo anormale di elastina.

Questa elastina si accumula, producendo enzimi che si indeboliscono nel tempo e scompongono il collagene – un fenomeno chiamato elastosi solare – e creano “cicatrici solari”.

L’esposizione continua ai raggi UV accelera la formazione di rughe, rilassamento cutaneo e discromie. Può anche causare l’assottigliamento delle pareti dei vasi sanguigni, con conseguente facile formazione di lividi e vene a tela di ragno (teleangectasie) sul viso.

Cancro della pelle

Sole e pelle

La radiazione UV è uno dei principali creatori di radicali liberi. Quando la pelle subisce un’infiammazione, iniziano a formarsi i radicali liberi, che si moltiplicano molto rapidamente e danneggiano le cellule della pelle.

I radicali liberi non solo aumentano il numero di enzimi che scompongono il collagene, ma alterano anche il materiale genetico di una cellula anche fino a far emergere il cancro. I tre principali tipi di cancro della pelle sono il melanoma, il carcinoma a cellule basali e il carcinoma a cellule squamose.

Non tutti i tipi sono fatali, poiché alcuni di loro sono curabili. Il processo di trattamento, tuttavia, può essere estremamente doloroso e lascia cicatrici permanenti sulle aree colpite dal cancro.

Contrasta i prodotti anti-età

crema per il collo

Il danno UV contrasta i benefici di antiossidanti, peptidi, ceramidi e altri ingredienti presenti nei prodotti antietà. Quindi, si consiglia di applicare una crema solare con una formula SPF anche dopo aver utilizzato questi prodotti anti-età.