CONDIVIDI

In tempi di pandemia, è diventato uno degli oggetti tecnologici più richiesti: la lampada disinfettante Uv portatile. Vediamo cos’è e a cosa serve.

lampada uv disinfettante

Fondamentale per igienizzare rapidamente piccoli oggetti e persino il cellulare, la lampada disinfettante Uv portatile dovrebbe essere in ogni borsa.

Un gadget utile

Oltre ai classici igienizzanti esiste la lampada disinfettante a raggi Uv portatile. Un oggetto molto richiesto ma, soprattutto, molto utile perché, in tempi di pandemia, igienizzare è diventato fondamentale.

La lampada disinfettante portatile a raggi Uv serve per poter igienizzare profondamente ed in pochi minuti, piccoli oggetti di uso quotidiano. Non solo, può essere utile anche se in casa ci sono dei neonati. Ciucci e piccoli giocattoli, infatti, devono essere sempre privi di germi e batteri.

Utilissima anche per le tastiere del computer, gli smartphone e, perché no, le mascherine.

Sotto l’effetto della luce blu della lampada, germi e batteri muoiono. I raggi UV-C hanno un’azione germicida. Essi scatenano una reazione fotochimica in grado di distruggere la struttura molecolare del DNA o dell’RNA dei micro organismi che potrebbero essere presenti sulle superfici.

Le soluzioni portatili

Le lampade Uv di grandi dimensioni vengono utilizzate nelle sale operatorie per sterilizzare gli strumenti ma anche nei saloni di bellezza e parrucchieri.

Quelle più richieste, al momento, sono in formato pocket, da portare sempre in borsa o in tasca. Alcune si aprono a libro, si accendono con un bottone e fanno il loro lavoro, auto spegnendosi dopo aver igienizzato.

Si aprono, si passano sulla superficie da igienizzare ed il gioco è fatto. Ovviamente, sono necessari degli accorgimenti come evitare il contatto con la pelle.

Le lampade disinfettanti Uv portatili si possono trovare facilmente anche online. Per portare a casa un prodotto di qualità, i prezzi vanno dai 25 euro in su.