CONDIVIDI

La paura di essere abbandonati che sfocia nella sindrome dell’abbandono è la preoccupazione schiacciante che le persone a te vicine ti lasceranno.

Sindrome dell'abbandono, quella paura che attanaglia di perdere qualcuno.

Chiunque può sviluppare una paura dell’abbandono. Può essere chiaramente ancorata in un’esperienza che ha avuto da bambino o in una relazione penosa in età adulta.

Come si manifesta in noi? Come farcela?

La fobia dell’abbandono colpisce bambini e adulti di tutte le età. Paure di separazione, mancanza di fiducia in se stessi, incapacità di impegnarsi in una relazione duratura, paura di essere rifiutati .

Quando si è spaventati dall’abbandono, mantenere delle buone relazioni può essere difficile. Il timore paralizzante può condurvi a isolarvi dall’essere feriti. In caso contrario, si possono inconsciamente sabotare i rapporti. È una sindrome vissuta da molte persone, ma che si manifesta in modi molto diversi a seconda di ciascuno: ansie, perdita di fiducia in se stessi, instabilità emotiva.

Guardare alla prima infanzia

Per capire il fattore scatenante di questa paura di essere abbandonati, si deve  lavorare su se stessi, spesso si viene accompagnati da un professionista in grado di trovare nella tua prima infanzia quei momenti chiave della tua esistenza che ti hanno reso così.

Potrebbe essere dovuto ad un genitore che torna a lavorare prestissimo, un doloroso adattamento in un asilo nido o magari una vacanza senza i genitori senza essere avvisati o preparati, un allattamento che finisce troppo bruscamente, un ricovero che ti allontana da tua madre, il divorzio, o peggio ancora la morte.

Questi eventi possono essere stati vissuti in modo molto violento in quel bambino che ora si trova a confrontarsi con la sindrome dell’abbandono da adulto.

Una componente che può derivare da un qualunque trauma in età infantile, può portare nella perdita di fiducia in se stessi che diventa molto più forte, tanto che da soffrire terribilmente, durante una rottura, per esempio. Ogni partenza o ogni separazione è angosciante.

Le persone possono essere molto ansiose. In altri, l’ansia si manifesterà come un fortissimo sentimento di gelosia nei confronti degli altri. Alcuni poi sperimentano periodi di depressione o gravi disturbi alimentari. La bulimia è un modo per riempire un profondo vuoto emotivo.

Come sbarazzarsi della sindrome dell’abbandono?

Non è mai troppo tardi per iniziare a prendersi cura di se stessi. Il lavoro su se stessi può essere accompagnato da un professionista, che aiuterà a rifare la storia della propria vita per mettere il dito su ciò che ha scatenato queste ansie. Allora verrà il momento di riacquistare la fiducia in se stessi e che si merita tutto l’amore del mondo. Ma occorre diventare consapevoli che per primi bisogna amare se stessi così come si è perché lo possano fare altri.

Coloro che vivono con la paura di essere abbandonati hanno elaborato fin dall’infanzia la certezza che se fossero stati migliori e più bravi, non sarebbero stati lasciati soli, e questo senso di colpa ha fatto sì che la loro autostima diminuisse sempre di più nel tempo. È necessario uscire da questo circolo vizioso e guardarsi dentro con calma e sincerità, rinsaldando il proprio valore.