CONDIVIDI

Ritorna l’ora legale e, con essa anche alcuni disagi. Vediamo quali sono e come affrontarli.

ora legale

Torna l’ora legale e con essa ricominciamo a sognare l’estate.

Lancette in avanti

Nella notte tra sabato 27 e domenica 28 marzo torna l’ora legale. Le lancette dell’orologio, alle due di notte, dovranno essere spostate in avanti. Niente paura perché i dispositivi elettronici quali laptop, smartphone e tablet si aggiorneranno in automatico.

In pratica, si dormirà un’ora in meno ma avremo un’ora in più di luce da vivere. L’ora legale, che caratterizza la bella stagione, sarà in vigore fino al prossimo 31 ottobre, data in cui si tornerà all’ora solare.

L’Italia ha chiesto a Bruxelles di mantenere l’ora legale anche se, molti altri, hanno chiesto all’Unione Europea di abolire questo doppio orario. Tra i paesi che ne hanno chiesto l’abolizione spiccano Finlandia e Polonia. La motivazione risiede nel fatto che i benefici sono davvero pochi.

Per i paesi più a Nord dell’Europa, infatti, i benefici ed il risparmio sono irrisori. Cosa che, invece, potrebbe essere maggiore per i paesi mediterranei.

Perciò, il Parlamento Europeo ha abolito l’obbligo dell’ora legale. Ora, spetterà ai singoli Stati decidere se passare o no. Per l’Italia c’è tempo fino ad aprile per decidere anche se, con il governo Conte ha depositato di voler mantenere il doppio orario.

Disagi del doppio orario

I disturbi connessi all’arrivo dell’ora legale sono diversi ma destinati a sparire in poco tempo. Questi disagi colpiscono molte persone poiché l’organismo deve adattarsi al cambio di orario.

Si tratta di disturbi che possono migliorare concedendosi un po’ di lentezza e riposo in più. Ad esempio, la voglia di dormire potrebbe arrivare più tardi anche se la sveglia, al mattino, suona sempre alla stessa ora.

Il sole, infatti, influenza il ritmo circadiano. La strategia può essere quella di anticipare la sveglia, anche di mezz’ora, e andare a dormire prima. L’obiettivo è adattarsi al nuovo orario. Si può approfittare della domenica.

Il primo lunedì di ora legale, inoltre, sarebbe meglio alleggerire l’agenda.