CONDIVIDI

Tanti miti e leggende storiche si sono celati dietro la pastiera napoletana, questa dolcezza inimitabile, orgoglio di una città, o addirittura di un intero territorio.

Un dolce che ha avuto il riconoscimento come di un prodotto agroalimentare tradizionale campano. Secondo la tradizione, nelle cucine napoletane, durante il periodo pasquale, e in particolare il giovedì santo, si cucina la pastiera napoletana. Sono diversi i dolci che si preparano nel periodo di Pasqua. dalle torte alle semplici crostate,  per chi desidera cimentarsi in questo dolce profumato e senza eguali a seguire la ricetta della pastiera napoletana.

Pastiera napoletana: Ingredienti e Preparazione

Ingredienti per la frolla con stampo da 20 cm

  •  250 g di farina 00,
  • 50 g di strutto,
  • 50 g di burro,
  •  80 g di zucchero,
  • 20 g di miele millefiori,
  • 1 uovo,
  • 40 g latte intero,
  • ½ scorza di limone,
  • ½ scorza di arancia,
  • 1 pizzico di sale.

Ingredienti per la crema di grano

  • 200 g grano cotto,
  • 80 g latte intero,
  • 25 g burro,
  • scorza di limone q.b.,
  • scorza d’arancia q.b.,
  • sale fino 1 pizzico di sale.

Ingredienti per il resto del ripieno

  • 200 g  ricotta di pecora,
  •  180 g di zucchero,
  • 50 g cedro candito,
  •  20 g miele millefiori ,
  •  2 uova,
  •  1 tuorlo,
  • acqua di fiori d’arancio q.b.,
  •  20 g latte intero,
  • scorza d’arancia q.b.,
  • scorza di limone q.b.,
  • zucchero a velo per guarnire q.b..

Preparazione della frolla

  1. Per preparare la pastiera cominciate dalla frolla. Sul piano di lavoro setacciate la farina, unite un pizzico di sale. Formate una fontana, tanto da vedere il piano di lavoro al centro.
  2. Al centro aggiungete il burro, lo strutto e lo zucchero. Lavorate a mano i grassi e lo zucchero per farli assorbire. Continuando a mescolare unite il miele, poi l’uovo e il latte.
  3. Poi grattugiate la scorza di arancia e di limone e continuate a lavorare gli ingredienti al centro, otterrete una sorta di pastella morbida. Iniziate quindi a prendere pian piano la farina e lavorate aiutandovi al bisogno con un tarocco per maneggiarlo.
  4. Dovrete ottenere un panetto, per renderlo più omogeneo potete spolverizzare leggermente il piano di lavoro con un po’ di farina. Quindi lavorate ancora brevemente il panetto formato per renderlo completamente liscio e omogeneo. Coprite con pellicola e fate riposare in frigo per 1 ora.

Preparazione del grano

  1.  In un pentolino versate il grano precotto, aggiungete un pizzico di sale. Schiacciate un po’ il grano per renderlo uniforme e bagnate con il latte. Unite il burro.
  2. Potete unire un pezzetto di scorza di arancia e di limone. Portate a sfiorare il bollore, ci vorranno pochi minuti: aiutatevi con una forchetta a schiacciare il grano mentre cuoce e mescolate sempre . Una volta portato a sfiorare il bollore, spegnete e trasferite in una pirofila bassa e larga 21 per far raffreddare.
  3. In una ciotola a parte setacciate la ricotta e aggiungete lo zucchero. Mescolate fino a ottenere una consistenza morbida e fate riposare in frigo per un’oretta.
  4. Trascorso il tempo recuperate il composto di grano oramai freddo, eliminate le scorze degli agrumi e trasferite in una ciotola capiente. Aggiungete il cedro candito a cubetti, mescolate brevemente. A questo punto se volete potete frullare pochi secondi con un mixer ad immersione, per ottenere un composto dalla consistenza non eccessivamente rustico.
  5. Recuperate la ciotola con la ricotta e zucchero, unite il miele, mescolate e aggiungete il composto di grano, sempre mescolando per far incorporare. In un’altra ciotola rompete le uova e il tuorlo, versate l’acqua di fiori di arancio.
  6. Unite anche il latte, grattugiate un po’ di scorza di limone e d’arancia, mescolate bene il tutto.
  7. Unite questo composto alla crema di ricotta e grano in due o tre volte, continuando a mescolare. Ed ecco pronto il ripieno.
  8. Riprendete la pasta frolla e suddividete in due parti una più grande dell’altra. Stendete la parte più grande con un mattarello e il piano leggermente infarinato. Dovrete arrivare ad uno spessore di circa 3 mm. Poi arrotolate la pasta sul mattarello.
  9. Srotolate su uno stampo svasato per pastiera da 20 cm (non occorre ungere e infarinare). Fate aderire bene al fondo e ai bordi, quindi eliminate la pasta frolla in eccesso passando il mattarello sui bordi e poi rifilate i bordi con l’aiuto di un coltellino e bucherellate la base con una forchetta.
  10. Trasferite la crema all’interno, sbattete delicatamente il ruoto sul piano per eliminare eventuali bolle d’aria. Tirate la parte avanzata di impasto e realizzate 7 striscioline spesse da 1 a 2 cm. Ponete le prime 4 arrivando fino ad oltre il bordo della pastiera, in senso trasversale. Poi sopra le altre 3 per creare il reticolo, arrivando sempre al bordo del ruoto. Eliminate quindi gli eccessi di frolla. La pastiera a questo punto è pronta per cuocere in forno statico preriscaldato a 180°, per circa 50-55 minuti sul ripiano più basso del forno.

Siete pronti per sfornare la pastiera napoletana e quando si sarà raffreddata completamente potete sformarla e spolverizzatela con un po’ di zucchero a velo al momento di servire.