CONDIVIDI

In occasione della Pasqua ogni regione ha il  suo dolce tipico, come nel caso della pagnotta pasquale romagnola preparata durante la trasmissione  di “È sempre mezzogiorno” da Fulvio Marino.

Nella passata trasmissione il panettiere romagnolo ci aveva deliziato con il pane aromatizzato all’uvetta e rosmarino un altro dolce della sua terra. Non solo pane ma una “pagnotta” che può accompagnare l’assaggio di formaggi e salumi e anche le uova sode, si tratta di un pane che viene cucinato nella settimana di Pasqua e può essere abbinato anche a delle erbette di campo.

Un pane dall’impasto brioche leggero la cui dolcezza permette di accompagnare la settimana di Pasqua dalla colazione dolce al pranzo e alla cena.

Pagnotta pasquale: Ingredienti e Preparazione

Ingredienti

  • 500 g farina tipo 0 forte,
  • 200 g lievito madre (o solo 15 g di lievito di birra fresco),
  • 8 g lievito di birra,
  • 100 g latte,
  • 30 g miele,
  • 3 uova,
  • 120 g zucchero di canna,
  • scorza di limone,
  • 30 g liquore all’anice,
  • 20 g sale,
  • 150 g burro,
  • 180 g uvetta rinvenuta in altro liquore all’anice,
  • 1 uovo, 60 g latte per spennellare,
  • 2 uova sode e 100 g salame per accompagnare.

Preparazione

Per la preparazione del dolce potrete usare sia una ciotola che la planetaria:

  1. mettiamo la farina tipo 0, il lievito madre e quello di birra fresco sbriciolato (oppure, solo 15 g di lievito di birra fresco), le uova intere medie, il latte e mescoliamo una prima volta.
  2. Aggiungiamo, quindi, il miele e lo zucchero e mescoliamo ancora.
  3. Ad impasto formato, profumiamo con la scorza grattugiata fine del limone ed il liquore all’anice (ma se gradite potete utilizzare anche anche i semi).
  4. Inseriamo il sale e lavoriamo qualche istante.
  5. Uniamo l’uvetta rinvenuta nel liquore all’anice e ben sgocciolata e lavoriamo fino ad inglobarla.
  6. Infine, aggiungiamo il burro morbido a pezzetti, continuando a lavorare. Impastiamo finché il burro non è stato completamente assorbito.
  7. Copriamo la ciotola con la pellicola e lasciamo riposare per 2 ore a temperatura ambiente ed 1 ora in frigorifero (in questo modo sarà più facile lavorarlo).
  8. Trasferiamo sul piano e dividiamo in 2 (l’impasto sarà leggermente appiccicoso).
  9. Dopo aver eseguito la ‘pirlatura delle pagnotte’, in modo da renderle più lisce, procediamo disponendole sulla teglia unta e le spennelliamo con uovo sbattuto con poco latte.
  10. Ora posiamo coprire con un canovaccio asciutto e pulito e lasciamo lievitare fino al raddoppio del volume iniziale.
  11. Pratichiamo un taglio a croce su ogni pagnotta e cuociamo in forno caldo e statico a 180° per 30 minuti.