CONDIVIDI

I corpi senza vita dei due malviventi erano stati rinvenuti nella notte tra il 26 ed il 27 marzo scorsi.

rapinatori morti Napoli, arrestato Greco

Giuseppe Greco, 25 anni, è accusato di aver speronato ed investito i ladri con la sua Smart.

Rapina finita in tragedia

Era la notte tra venerdì e sabato scorsi quando a Villaricca, periferia nord di Napoli, vennero rinvenuti in strada i corpi senza vita di Domenico Romano, 39 anni e Ciro Chirollo, 29.

Accanto ai cadaveri venne rinvenuto un orologio Rolex ed una pistola Beretta.

Qualche ora dopo il ritrovamento, Giuseppe Greco, 25 anni, si presentò nella caserma dei Carabinieri di Marano per riferire l’accaduto.

Il giovane, incensurato, raccontò di aver subito una rapina da parte di Romano e Chirollo, che lo avevano inseguito a bordo di uno scooter T-Max per rubargli l’orologio.

Arrestata la vittima del furto

Questa mattina la svolta nelle indagini per la morte dei due rapinatori. Giuseppe Greco è stato arrestato con l’accusa di duplice omicidio.

Secondo l’accusa, il 25enne avrebbe speronato ed inseguito lo scooter dei due malviventi, uccidendoli.

Sul corpo delle due vittime erano state rinvenute diverse lesioni, ma nessuna ferita d’arma da fuoco, segnale evidente che la morte fosse stata causata dall’investimento con l’auto.

Poco più avanti del luogo dell’impatto, venne ritrovata anche la Smart For Four di Greco, distrutta nella parte anteriore.

I legali del giovane hanno respinto ogni accusa, spiegando che il loro assistito non aveva investito le due vittime.

Leggi anche –> Omicidio Manuela Bailo, niente ricorso in Cassazione: condanna definitiva per Fabrizio Pasini

Questa mattina è arrivata la svolta nelle indagini e Giuseppe Greco è stato arrestato con l’accusa di duplice omicidio.

Come riferisce anche Tgcom24, gli investigatori avrebbero scoperto gravi indizi di colpevolezza a suo carico.

Leggi anche –> Neonato ustionato a Napoli, il piccolo Vincenzo è stato estubato: si accendono le speranze