CONDIVIDI

L’attore e doppiatore Luca Ward ha voluto parlare della malattia della figlia: una sindrome rara che ha cambiato la vita di tutta la famiglia.

Luca Ward e certamente uno degli attori e doppiatori italiani di maggior successo sia nel nostro paese che all’estero negli anni Luca ha dato la sua voce ha alcuni dei più noti attori internazionali.

Luca Ward e la malattia della figlia

L’attore più celebre doppiano da Luca è senz’altro Russell Crowe nel gladiatore un film che rimarrò per sempre nella storia del cinema Luca Ward è stato anche consacrato come attore per la sua interpretazione magistrale in Elisa di Rivombrosa fiction che ha fatto a registrare livelli di share rate altissimi.

LEGGI ANCHE –> I Soliti ignoti: l’attore blocca il gioco, Amadeus e pubblico increduli: ‘Mai successo prima’

Luca Ward e il rapporto difficile con la figlia Guendalina

In una recente intervista in occasione dell’uscita del suo libro autobiografico intitolati “il talento di essere Nessuno” l’attore e doppiatore Luca Ward si è raccontato senza filtri, svelando particolari fino ad ora inediti della sua vita privata.

Durante l’intervista Luca  ha parlato molto del suo rapporto con la figlia Guendalina, nata dal suo primo matrimonio, Ward ha Infatti raccontato come dopo ben 24 anni passati insieme alla sua prima moglie i due abbiano deciso di separarsi pacificamente per delle incomprensioni generate dalla discrepanza di interessi un durissimo colpo per la figlia Guendalina la quale volle troncare per un periodo il rapporto con il padre perché convinta che questi avesse tradito la madre.

Luca ha raccontato di aver impiegato anni per recuperare il rapporto con la figlia, grazie alla sua costanza al suo continuo interesse ed alla capacità di dimostrare il suo affetto viaggiando anche spesso dall’Italia a Sharm el-Sheikh, dove Guendalina lavorava.

Durante l’intervista Ward ha parlato molto anche della sua seconda moglie, l’attrice Giada Desideri di cui si è detto innamoratissimo, raccontando anche il lungo ed insistente corteggiamento che lo ha portato a conquistarla.

La malattia di Luna e le difficoltà in Pandemia

Durante l’intervista Luca ha anche svelato per la prima volta un particolare molto delicato della sua vita privata.

Il doppiatore ha infatti raccontato che la sua figlia più piccola è malata di una rara malattia genetica: la sindrome di Marfan. Questa patologia comporta problemi allo scheletro ed una maggiore fragilità delle ossa.

Ward ha dichiarato di aver scelto di parlarne per sottolineare l’importanza della ricerca scientifica e dell’accessibilità alle cure anche durante il periodo di emergenza che tutti stiamo vivendo.

Alla giovane Luna, infatti, è stato vietato di recarsi a Lione per poter svolgere i controlli necessari per poter creare un nuovo corsetto. Secondo quanto affermato da Luca, questo avrebbe causato un notevole peggioramento della sua situazione clinica.