CONDIVIDI

Il ragazzo era scomparso dieci giorni fa da Padova. Prima di far perdere le sue tracce, aveva detto ai genitori di aver fatto qualcosa di irreparabile.

trovato cadavere Mattia Fogarin

A nulla sono valsi gli appelli lanciati da parenti e amici per chiedergli di tornare a casa.

La scomparsa di Mattia Fogarin

Ha detto ai suoi genitori di aver fatto qualcosa di irreparabile, dopodiché è sparito nel nulla, facendo perdere le proprie tracce.

Era dalla notte del 22 marzo scorso che di Mattia Fogarin, 21enne di Padova, non si avevano più notizie.

Il ragazzo è sparito intorno all’1:30 di notte dalla sua abitazione a San Gregorio.

Da quella notte il cellulare di Mattia è sempre rimasto spento. L’ultima localizzazione dell’utenza telefonica era stata registrata tra il canale di Piovego e Bacchiglione.

I genitori del giovane hanno immediatamente sporto denuncia di scomparsa e del suo caso se n’è occupata più volte anche la trasmissione Chi l’ha visto?, in onda su Raitre.

Il cadavere di Mattia affiorato in un canale

Questa mattina purtroppo le speranze di trovare ancora vivo Mattia Fogarin si sono spente del tutto.

Il corpo senza vita del ragazzo – come confermato anche da Fanpage – è emerso dalle acque del Bacchiglione, proprio dove era stato localizzato per l’ultima volta il suo cellulare.

Sul luogo del ritrovamento sono arrivati verso le 11.30 anche i genitori del ragazzo, accompagnati dai carabinieri, per il riconoscimento della salma.

Leggi anche –> Omicidio di Ilenia Fabbri, chiesta perizia psichiatrica per il killer: “Valuteremo il suo stato mentale”

La pista verso cui propendono al momento gli inquirenti è quella di una delusione d’amore.

Sembra che Mattia fosse innamorato di una ragazza, che però non ricambiava il suo amore.

L’irreparabile di cui ha parlato con i suoi genitori e che lo avrebbe portato a togliersi la vita resta ancora un mistero.