morte Flavio Gianluca, condanne

La sentenza di condanna per Aldo Romboli è stata pronunciata dal gup del Tribunale di Terni.

morte Flavio Gianluca, condanne

Il processo si è svolto con rito abbreviato. Flavio e Gianluca erano morti nel sonno, dopo aver assunto metadone.

La morte dei due adolescenti

Flavio Presuttari e Gianluca Alonzi Peralta sono i due adolescenti morti la scorsa estate, dopo aver trascorso una serata con gli amici.

Quella sera di luglio Flavio e Gianluca – 16 e 15 anni – avevano raggiunto degli amici al campo da calcio di Terni.

I compagni si erano accorti che qualcosa non andava nei due ragazzi. Gianluca e Flavio stavano male, avevano crampi allo stomaco, vomitavano, non riuscivano neppure a reggersi in piedi.

Gli amici volevano chiamare l’ambulanza, ma i due ragazzi, per il timore di essere scoperti dai genitori, gliel’avevano impedito.

“ERAVAMO VICINO ALLA FONTANELLA DEL CAMPETTO E ALDO SI È PRESENTATO CON IN MANO UNA LATTINA DI FANTA E UNA BOCCETTA PICCOLA BIANCA. SI SONO APPARTATI E HANNO CONSUMATO QUELLA ROBACCIA, POI CI HANNO RAGGIUNTO E HANNO PROVATO A GIOCARE MA NON STAVANO BENE. NON CE LA FACEVANO A CORRERE, A REGGERSI IN PIEDI E SI SONO FERMATI E MESSI IN PANCHINA”

avevano raccontato i compagni.

Nella notte i genitori dei due ragazzi li trovarono senza vita nei loro letti.

I due ragazzi volevano assumere la purple dark, la “nuova droga” che si sta diffondendo sempre di più tra i giovanissimi.

Sulla piattaforma di Youtube girano migliaia di tutorial che spiegano come prepararla e ne mostrano gli effetti.

Un desiderio che li ha portati alla morte. È proprio grazie al racconto degli amici che gli inquirenti sono riusciti a risalire all’identità dello spacciatore che ha venduto il metadone ai due adolescenti.

La sentenza di condanna

Lo scorso mercoledì il gup del Tribunale di Terni ha pronunciato la sentenza di condanna per Aldo Romboli, il pusher che ha venduto il metadone che ha ucciso Flavio e Gianluca.

Leggi anche –> Denise Pipitone, prelevato il Dna della ragazza russa. Piera Maggio ricoverata in ospedale

Il 41enne è stato condannato a sette anni e due mesi di reclusione con rito abbreviato.

L’accusa nei confronti di Romboli è di morte come conseguenza di un altro reato. 

“Sono delusa, amareggiata e stupita. La vita di due ragazzi vale sette anni”

è il duro commento alla sentenza di Silvia Jacaroni, la mamma di Flavio Presuttari, il più grande dei due amici.