CONDIVIDI

Ritorna la tensione a Washington. Dopo l’assalto al campidoglio del 6 gennaio 2021, arriva un nuovo attacco a bordo di un’auto. Tutta la zona è in lockdown.

L'automobile investe due guardia e capital hill

Un’automobile si sarebbe scagliata, ad una certa velocità, alle transenne che delimitano il Campidoglio, travolgendo, di proposito, due guardie in servizio. La ricostruzione polizia della capitale è parziale e a riportarla è stata la Cnn.

L’aggressione e gli spari

L’uomo al volante della propria vettura non era paco del colpo inflitto.

Allora sarebbe sceso dall’auto e, con un coltello alla mano, avrebbe colpito uno dei due agenti.

In risposta gli spari dei proiettili delle guardie schierate a Capital Hill lo hanno colpito.

L’aggressore è caduto a terra, come riporta l’emittente televisiva statunitense.

L’assalitore e i due uomini a protezione dell’edificio, sono stati portati d’urgenza in ospedale. Il primo è deceduto. Anche uno dei due agenti è morto poco dopo.

A rendere noto il decesso le forze dell’ordine durante una brevissima rassegna stampa.

Non sono state fornite ulteriori informazioni, neanche le generalità della vittima, che verranno comunicate dopo che i famigliari saranno informati.

Vietato affacciarsi alle finestre, il quartiere è sotto controllo

Il web intanto si è riempito di video che mostrano nell’area una massiccia presenza delle forze armate, il suono delle sirene delle autoambulanze, un clima di tensione.

Alle ore 13, ora locale, l’area della città è stata completamente isolata, le persone sono sotto strettissimo lockdown.

Alle persone negli edifici è stato chiesto di rimanere lontano dalle finestre.

Joe Biden non si trova all’intento del complesso. Neanche i senatori e deputati perché il congresso è in pausa.

Il Paese attende con il fiato sospeso la versione ufficiale dei fatti, mentre i media tengono sotto osservazione la vicenda.

Non sono noti i motivi dell’accaduto, ma si escludono matrici terroristiche.

Dopo i precedenti di inizio anno, l’allerta è massima.