CONDIVIDI

Dopo il grido di denuncia sulla cattiva organizzazione, della Regione Lombardia sulla campagna vaccinale, il duro sfogo di Chiara Ferragni: ‘Adesso Basta’.

Come è noto nei giorni scorsi, la celebre influencer milanese, aveva denunciato attraverso le sue stories, che la nonna di suo marito Fedez, come tantissimi anziani residenti nella Regione Lombardia non aveva ricevuto il vaccino contro il Covid-19.

La Ferragnez ha così denunciato anche quella che è disorganizzazione della stessa regione, relativamente alla gestione della campagna vaccinale.

Chiara Ferragni, stanca e incaz*ata: il duro sfogo sui social

Poche ore dopo il grido di denuncia, come ha rivelato poche ore fa la moglie del Rapper, l’anziana donna è stata contattata dal dipartimento che si occupa della gestione dei vaccini, dandole un appuntamento per poterlo ricevere.

Chiara Ferragni amareggiata, si è lasciata andare ad un lungo e durissimo sfogo sulla sua pagina Instagram. Ecco tutti i dettagli.

Chiara Feragni: ‘Chiedo il vaccino per tutte le persone fragili’

Molto arrabbiata, l’imprenditrice digitale, si è detta ‘delusa, dispiaciuta, amareggiata e anche un po’ incazzata nel leggere ancora di altri 500 morti’ a causa del Covid in un solo giorno.

Ma non solo di dice amareggiata perchè tutti gli anziani fragili hanno diritto al vaccino, e non ha trovato affatto giusto che tale diritto, sia stato rispettato, riferendosi a nonna Lucianina, solo per ‘paura’ che la sua stessa influenza mediatica possa ‘smuovere le acque’:

‘Le altre nonne che hanno lo stesso diritto e non hanno chi può farsi sentire mediaticamente come faranno?’

e ancora:

‘Chiedo il vaccino per tutte loro, per tutte le persone fragili, per tutti coloro i cui diritti fino ad oggi sono stati calpestati’

ha tuonato sui social facendosi portavoce di tutti i nonni d’Italia, e attirando i consensi da parte degli utenti che la seguono.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni)

L’appello dell’Influencer a Mario Draghi

Nel continuare il suo lunghissimo sfogo, Chiara Ferragni dichiara che a detta sua è desolante ‘vedere l’Europa a corto di vaccini perché non è riuscita a fare un accordo decente con le case farmaceutiche, e soprattutto è scoraggiante vedere la Regione Lombardia ‘che fa un casino dietro l’altro’.

E poi, rivela di essere arrabbiata nel ‘vedere i responsabili che continuano a sbagliare, sia quelli che c’erano e sono andati via che quelli che ci sono sempre stati e sono ancora sulle loro poltrone senza vergogna.

E infine conclude, facendo un importantissimo appello al Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana, Mario Draghi, una persona che stima e alla quale va tutto il suo ‘supporto’ e la sua ‘comprensione’, ma anche a tutti i politici:

‘Basta chiacchiere! Basta! Adesso bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare perché la gente è stanca’

e ancora:

‘Vogliamo tornare a essere lombardi, italiani, europei. Perché oggi non siamo più certi di poterlo essere’

ha concluso Chiara Ferragni.