CONDIVIDI

Da questa mattina l’intero Paese è entrato in zona rossa e le regole saranno le stesse per tutta la penisola.

regole pasqua pasquetta

Scopriamo insieme cosa cambia in questi giorni per quanto riguarda gli spostamenti e le seconde case.

Le regole per il week-end di Pasqua

Da questa mattina fino a domenica 5 aprile l’Italia è in zona rossa. Quali sono le regole in vigore per queste giornate di vacanza? Scopriamole insieme.

Il 3, 4 e 5 aprile sono in vigore in tutta Italia le regole della zona rossa, ma con qualche concessione per via delle festività pasquali.

In questo week-end lungo è infatti possibile far visita a parenti e amici in abitazioni private. 

Gli spostamenti sono consentiti una sola volta al giorno, tra le 5 e le 22.

È consentito a due persone spostarsi verso un’altra abitazione. Nel conteggio non rientrano i figli minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti che siano conviventi.

Anche in queste festività per ogni spostamento è obbligatorio compilare l’autocertificazione, spiegando il motivo dello spostamento, l’indirizzo di partenza e di arrivo.

Il modulo dell’autocertificazione è scaricabile dal sito del Ministero dell’Interno.

Tra le 22 e le 5 è possibile uscire soltanto per i ben noti comprovati motivi di necessità, lavoro e salute.

Le regole per le seconde case

Il 3, 4 e 5 aprile è consentito spostarsi verso le seconde case, ma soltanto in alcune regioni.

Vediamo quali nel dettaglio.

La Valle d’Aosta, l’Alto Adige, la Sardegna, la Toscana, la Liguria e le Marche hanno vietato gli spostamenti in entrata per raggiungere le seconde case.

In Sardegna, il governatore Solinas ha precisato che:

“I proprietari di seconde case non residenti possono entrare solo per comprovate esigenze lavorative o motivi di salute e comunque presentando la certificazione di vaccinazione avvenuta o di negatività al tampone”.

“La casa di destinazione non deve essere abitata da persone non appartenenti al nucleo familiare convivente con l’avente titolo, e vi si può recare unicamente tale nucleo”.

In Campania e Puglia sono vietati gli spostamenti dal Comune di residenza o domicilio verso le seconde case site nella stessa regione.

Si può fare il picnic a Pasquetta?

Come già spiegato, il 3/4/5 aprile è possibile spostarsi verso le case di parenti ed amici ed è consigliabile tenere sempre la mascherina, in caso di non conviventi.

Restano chiusi i ristoranti, ma è consentito l’asporto e la consegna a domicilio di cibo e bevande fino alle 22.

Aperti i ristoranti degli hotel, usufruibili soltanto dagli ospiti.

Leggi anche –>https://www.donnapress.it/2021/04/03/moda-lifestyle/passatempi-per-pasqua-quattro-idee/ Passatempi per Pasqua: quattro idee per le feste in tempi di pandemia

Non è invece possibile organizzare pic-nic all’aperto o gite fuori porta.

L’attività fisica continua ad essere consentita, sempre individualmente e con autocertificazione alla mano.

È possibile anche utilizzare la bicicletta anche per svolgere attività fisica all’aperto nei pressi della propria abitazione, sempre mantenendo la distanza interpersonale di almeno due metri.

La Messa di Pasqua

Al contrario dello scorso anni, il 4 aprile sarà consentito partecipare alla Celebrazione di Pasqua, sempre nel rispetto delle regole anti-covid.

Leggi anche –> Marta Novello dimessa dall’ospedale, la mamma dell’aggressore: “Non mi do pace”

Questa sera, la veglia pasquale non sarà celebrata nella notte ma verrà anticipata di qualche ora per consentire di rientrare a casa prima del coprifuoco, che scatta alle 22.

L’ingresso in chiesa sarà sempre contingentato. Sarà obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza. Vietato anche scambiarsi il segno della pace.

Per i viaggi all’estero restano consentiti, anche se sconsigliati. Al ritorno da alcuni Paesi sarà obbligatoria una quarantena di 15 giorni ed un tampone.

Per tutte le informazioni in merito, basta consultare il sito della Farnesina.