CONDIVIDI

La ragazza, accoltellata il 22 marzo scorso mentre faceva jogging, ha subito due interventi chirurgici.

marta novello dimessa ospedale

L’aggressore, un ragazzo di appena 15 anni, è stato arrestato.

L’aggressione a Marta Novello

Era il pomeriggio del 22 marzo scorso quando Marta Novello, 26enne di Mogliano Veneto, Treviso, venne aggredita a coltellate mentre faceva jogging in una strada di campagna.

La giovane studentessa venne aggredita alle spalle da un suo concittadino di 15 anni. Il ragazzo la colpì con 27 coltellate.

La giovane provò a difendersi e i due scivolarono in una radura accanto alla strada. A salvare Marta accorsero due operai che si trovavano in zona, allarmati dalle grida d’aiuto della ragazza.

Marta venne ricoverata d’urgenza all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dove nei giorni scorsi ha subito due interventi chirurgici.

Nonostante le gravi ferite inferte, Marta è riuscita a salvarsi e questa mattina ha potuto fare ritorno a casa dalla sua famiglia.

Le parole della mamma dell’aggressore

Non sono ancora chiari i motivi della violenta aggressione, ma la pista della rapina resta al momento quella più accreditata.

Lo stesso adolescente ha confermato l’intento di voler rapinare Marta Novello, perché aveva bisogno di denaro.

La mamma del ragazzo, in un’intervista a La Vita in Diretta, ha spiegato di non essersi accorta di nulla prima che il figlio aggredisse Marta.

“Non mi do pace perché avrei voluto salvare mio figlio e salvare anche Marta, come mamma mi sono sentita in colpa per quello che ha fatto,  avrei voluto cogliere dei segnali prima se ce ne fossero stati “

ha raccontato la donna.

Leggi anche –> Gessica Notaro, le parole dopo l’intervento: “Mostro il mio dolore per salvare le altre donne”

La famiglia della ragazza ha chiesto che Marta venga lasciata in pace, in un momento così delicato.

Resta da capire perché l’adolescente si sia accanito sulla giovane studentessa con tanta violenza.

Amici e familiari di entrambi hanno confermato che Marta ed il suo aggressore non si conoscevano.