CONDIVIDI

Per creare il nostro personale accendifuoco andremo ad utilizzare dei trucioli di legno che insieme al giusto legante ci daranno un ottimo arrosto.

accendifuoco
Grazie al composto ottenuto con la cera non avremo più difficoltà ad accendere il nostro camino.

Anche chi si cimenta in lavori impegnativi, da vero esperto, deve a volte utilizzare l’ingegno per piccole cose, non per questo banali. È il caso di chi, lavorando il legno, si ritrova con una gran quantità di trucioli e ha pensato di utilizzarli come accendifuoco fai da te.

L’accendifuoco fai da te risulterà molto più economico del kerosene

Quest’ultimi, infatti, risulteranno decisamente più economici rispetto alla controparte al kerosene, mantenendo però la stessa efficacia. Per fare ciò però servirà un accendifuoco compatto e del legante perfetto per i trucioli.

Il nostro consiglio, infatti, è quello di utilizzare della cera per candele, le quali andranno fuse gradualmente con i trucioli. Fatto ciò verseremo il risultato in una bacinella di metallo o qualsiasi altro contenitore utile a far raffreddare il composto.

Con questa soluzione accendere camini e barbecue non sarà più un problema

Una volta fatto saremo pronti a dividere il blocco ottenuto in pezzi. Questa idea, infatti, produrrà ottimi risultati facendo sì che l’accensione dei vostri barbecue o camini sia immediata.

Andiamo a vedere nello specifico come utilizzare la nostra cera. In primis dobbiamo fare attenzione che il composto ottenuto diventi una poltiglia uniforme. Per farlo, come predetto, dovremo lasciarlo a bagnomaria. Nella cera fusa si aggiungono i trucioli gradualmente, mescolando e proseguendo nell’aggiunta fino a che la cera non sia stata completamente assorbita.

L’impasto ancora caldo va posto in uno o più contenitori che possano essere utilizzati come stampo: con un pezzo di legno o qualcosa di simile si preme per compattare la miscela all’interno dello stampo.

Il tutto va lasciato raffreddare completamente, diciamo dalla sera alla mattina. Infine capovolgere il contenitore e battere un po’ sul fondo per estrarre un’unica tavoletta di accendifuoco fai da te compatta e squadrata.