Napoli, due adolescenti gambizzati

Le gambe di un 14enne e di 15enne sono state il bersaglio di alcuni proiettili. Dietro ci sarebbe una rapina.

Napoli gambizzati due adolescenti
Pistola

I ragazzi non sono in pericolo di vita e la diagnosi è di circa due settimane per ognuno, come comunicano i sanitari dell’ospedale Vecchio Pellegrini.

La testimonianza degli adolescenti

Sono stati i due ragazzi a fornire la versione per cui, in piena notte, intorno l’una, sono stati feriti a fuoco agli arti.

A seguire con attenzione le parole dei protagonisti dell’accaduto son stati gli agenti della Compagnia Stella.

I due giovani amici hanno raccontato della loro reazione ad un tentativo di rapina, in atto nella zona Vergini del rione Sanità e ai loro danni, culminato negli spari.

Erano in sella ad uno scooter, quando alcuni sconosciuti li hanno fermati intimandogli di consegnare loro il veicolo.

Nelle strade in cerca di indizi

La ricostruzione è al vaglio degli inquirenti, che adesso sono alla ricerca di maggiori informazioni per avere un quadro più minuzioso della vicenda.

Subito hanno fatto seguito i sopralluoghi e i pattugliamenti nel luogo dello scontro e nelle strade limitrofe alla ricerca di indizi come tracce ematiche e bossoli.

Le persone del posto sono state interrogare.

Ad ora non ci sono elementi a sostegno del racconto dei due ragazzi.

Sotto il vaglio dei carabinieri ci sono anche le riprese dalle videocamere dell’area.

I due ragazzini abitano in un’altra zona della città.

Ad insospettire gli uomini in divisa è stata l’impreparazione dei giovani che non hanno saputo dare spiegazioni sul perché si trovassero lontano da casa a notte inoltrata.

Così i due ragazzini, beccati in strada oltre l’orario del coprifuoco e senza giustificato motivo, dovranno rispondere alla denuncia di violazione delle disposizioni per prevenire per la diffusione del covid.

Le ferite dei minorenni sono guaribili in circa 12-15 giorni, assicurano i medici. Per uno dei due è stato disposto un breve ricovero precauzionale.