CONDIVIDI

La rivolta di ambulanti e ristoratori è scoppiata questa mattina. Sull’autostrada sono giunte anche diverse pattuglie della polizia in tenuta anti-sommossa.

protesta mercatari

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, atteso per un meeting a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) è rimasto bloccato nella lunga fila di auto incolonnate sull’A1.

Protesta dei mercatali campani

Hanno bloccato l’autostrada A1, in direzione Caserta-Sud, per protestare contro la zona rossa ed i mancati ristori.

Sono i venditori ambulanti, ristoratori e baristi campani che, da questa mattina, stanno manifestando.

Vincenzo Grillo, presidente dell’Unione Commercianti Aree Pubbliche ha spiegato le motivazioni del sit-in:

“La protesta nasce dalle difficoltà oggettive per la pandemia, è illogico scaricare solo sui commercianti il peso del rischio Covid quando poi ci sono assembramenti ovunque. Noi non ce la facciamo più economicamente, non possiamo più andare avanti così”.

Il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, che questa mattina era atteso per un meeting a Santa Maria Capua Vetere, nel casertano, è rimasto bloccato nel lungo incolonnamento di auto che si è formato sull’autostrada.

Autostrada bloccata

Un ampio tratto dell’Autostrada Napoli-Milano è stato interdetto alla circolazione dalla Polizia Stradale.

I mercatali hanno occupato la sede autostradale con i furgoni.

“La nostra intenzione è arrivare a Roma per protestare contro una situazione assurda, con tanti operatori sul lastrico,
che si sentono abbandonati”

ha spiegato Peppe Magliocca presidente dell’AnaUgl di Caserta.