CONDIVIDI

L’operazione sarebbe legata solo alla volontà di fornire ulteriori elementi ad uno degli specialisti voluti dal legale Roberto Testi.

riesumata salma sandro tognatti

Il docente di Biella morì 14 ore dopo l’inoculazione del vaccino Astrazeneca. L’esame autoptico su Sandro Toganatti ha escluso un possibile nesso tra vaccino e decesso del 57enne.

La morte del professor Tognatti

Il 13 marzo scorso aveva ricevuto la prima dose del vaccino Astrazeneca.

Solo 14 ore dopo, il docente di Biella, Sandro Tognatti, era deceduto.

Quando quella domenica mattina i soccorsi erano giunti nella sua abitazione, per il 57enne non c’era stato nulla da fare.

Tognatti, che insegnava clarinetto al Conservatorio Cantelli di Novara, aveva accusato un malore 14 ore dopo la prima inoculazione.

Dopo il decesso, il medico di base aveva segnalato l’accaduto all’Unità di Crisi regionale, che aveva deciso di sospendere le somministrazioni del vaccino, in attesa di accertamenti.

L’esame autoptico aveva però escluso ogni nesso causale tra vaccino e decesso.

Ad uccidere il docente di Biella sarebbe stato:

“UN PROBLEMA CARDIACO IMPROVVISO, CHE NON HA LASCIATO SEGNI DI CAUSE MACROSCOPICHE SUL CORPO”.

Leggi anche –> Vignola, soffoca la moglie gravemente malata: Franco Cioni resta in libertà

Riesumata la salma

La salma del professor Tognatti sarà riesumata nei prossimi giorni, per consentire ad uno degli specialisti voluti dal legale Roberto Testi di acquisire ulteriori elementi.

Fermo restando che – come riferisce anche La Repubblica – resta escluso il nesso tra vaccino e morte del docente biellese.

L’obiettivo di questa decisione è quello di fare altri esami su possibili farmaci che il professore possa aver assunto e che possano essere correlati alla sua morte.

Intanto, i vertici dell’azienda sanitaria di Biella, cui è stato notificato un avviso di garanzia nei giorni scorsi, si sono presentati in Procura per essere ascoltati.

Leggi anche –> Omicidio della piccola Jolanda, torturata e seviziata per giorni: chiesto l’ergastolo per i genitori