CONDIVIDI

La donna è stata trovata senza vita nella sua casa di Bondeno, in via Borgo San Giovanni, lo scorso 22 febbraio. A lanciare l’allarme era stato il compagno, ora in carcere con l’accusa di omicidio.

omicidio Rossella Placati, analisi Ris

I risultati dell’autopsia hanno confermato le cause della morte di Rossella Placati.

L’omicidio di Rossella Placati

L’allarme era scattato intorno alle 8:45 del 22 febbraio scorso, quando Doriano Saveri, artigiano 45enne, aveva denunciato di aver trovato il corpo senza vita della sua compagna, Rossella Placati, 50 anni, al suo ritorno a casa a Bondeno.

Il 45enne aveva riferito agli inquirenti che la domenica sera aveva litigato con Rossella, così era uscito di casa ed era rientrato solo l’indomani mattina, quando aveva fatto la drammatica scoperta.

Il suo racconto non aveva però convinto gli inquirenti, che sin da subito avevano indirizzato i loro sospetti su di lui.

All’origine del drammatico omicidio ci sarebbero stati i rapporti difficili tra Damiano e la vittima.

La donna aveva deciso di mettere fine alla sua relazione, ma continuava ad ospitarlo in casa, in attesa che trovasse una sistemazione definitiva.

L’autopsia sul corpo di Rossella Placati

L’esame autoptico, effettuato qualche giorno dopo il delitto, aveva confermato che Rossella Placati era stata uccisa con tre coltellate, inferte all’altezza del cuore.

Non solo, la donna era stata colpita ripetutamente alla testa con un oggetto contundente, che non è mai stato ancora ritrovato.

L’artigiano, che ha sempre negato tutto, deve rispondere di omicidio volontario aggravato dalla relazione con la vittima.

Secondo alcuni testimoni, il giorno precedente al delitto, Doriano Saveri era piuttosto “disperato e rabbioso”.

L’ultimo dei tanti litigi con la sua compagna sarebbe avvenuto per una telecamera sottratta.

Leggi anche –> Beppe Grillo, lo sfogo sui social: “Mio figlio non è uno stupratore, arrestate me” – VIDEO

L’autopsia ha confermato che Rossella è stata uccisa tra le 22:30 e le 3 del 22 febbraio, orario in cui Saveri era a casa con lei.

Lo scorso venerdì i carabinieri del Ris di Parma hanno ispezionato le auto di Rossella Placati e del suo ex compagno.

L’uomo non ha mai confessato il delitto, ma secondo gli inquirenti non ci sono dubbi che sia stato lui ad uccidere la 50enne.