CONDIVIDI

La donna è stata trasferita dal reparto di Rianimazione. Nulla da fare per Loreno Grimaldi, suo compagno, morto lo scorso 16 aprile.

donna avvelenata figlio

 

Il ragazzo ha mescolato del veleno con le penne al salmone che ha servito per cena alla mamma e al 56enne.

Omicidio a Casalecchio: 19enne avvelena il compagno della madre

Ha mescolato la cena con del nitrito di sodio ed ha avvelenato la madre ed il compagno di lei.

È per questo che un 19enne di Ceretolo di Casalecchio, nel Bolognese, è finito in carcere con l’accusa di omicidio aggravato e tentato omicidio.

Il compagno della madre, Loreno Grimandi, 57 anni, è morto sul colpo. La madre del ragazzo è stata invece trasferita in gravi condizioni all’ospedale Maggiore di Bologna.

Dopo l’avvelenamento, la sera del 16 marzo, il ragazzo si è rifugiato dai nonni, dove è stato rintracciato dai carabinieri ed arrestato.

Alessandro Leon Asoli ha mescolato del nitrito di sodio con delle penne al salmone.

La madre del ragazzo è riuscita a salvarsi perché non ha consumato tutta la cena, insospettita dal particolare sapore della pasta.

A lanciare l’allarme sono stati i vicini di casa, insospettiti dalle urla. Quando i soccorsi sono giunti sul posto, per Loreno Grimandi non c’era ormai più nulla da fare.

Le condizioni della madre

La madre del ragazzo è stata trasferita all’ospedale Maggiore di Bologna.

Le condizioni della donna sono in miglioramento ed i sanitari l’hanno dichiarata fuori pericolo.

Ci vorrà però un mese perché possa dirsi totalmente guarita. Il figlio intanto resta in carcere.

Non sono ancora chiari i motivi per i quali il ragazzo abbia deciso di uccidere la madre ed il compagno.

Al momento il 19enne si trova nel reparto di infermeria, dove può essere sorvegliato meglio.

Leggi anche –> Tragedia a Crotone, muore soffocata da un boccone: la piccola Giorgia aveva 6 anni

La difesa del ragazzo sta valutando di chiedere una perizia psichiatrica.