Achille Lauro il durissimo sfogo sui social: ‘Mi hanno umiliato’

Dopo la polemica per il monologo di Pio e Amedeo a ‘Felicissima Sera’, arriva il durissimo e inaspettato sfogo dell’artista spiazza i fan.

Achille Lauro è tra gli artisti più amati e chiacchierati del momento. Molto attivo sui social, dove è seguito da oltre 1,6 milioni di followers, l’artista veronese si è lasciato andare ad un lungo e durissimo sfogo.

Achille Lauro il durissimo sfogo: 'Mi hanno umiliato'

Una replica attesissima soprattutto dai fan, dopo l’accesa polemica innescata dal monologo interpretato da Pio e Amedeo nell’arco della loro trasmissione della prima serata del venerdì, ‘Felicissima sera’.

Il noto duo comico, come è noto hanno trattato il tema del Politically Correct,  dell’importanza dell’intenzione che si cela dietro le azioni, ma soprattutto dell’ignoranza con la quale si pronunciano parole come ‘ric*hione’ oppure ‘n*ro’.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ACHILLE LAURO® (@achilleidol)

Più nello specifico agli artisti è stata recriminato il passaggio che citava: ‘Se vi chiamano ri***ioni, voi ridetegli in faccia perché la cattiveria non risiede nella lingua e nel mondo ma nel cervello: è l’intenzione. L’ignorante si ciba del vostro risentimento’.

A giorni di distanza dalla suddetta polemica, arrivano le dure parole sui social di Achille Lauro.

Achille Lauro, il durissimo sfogo

‘Non parlo tanto, non metto la mia vita privata in piazza sui social […] tuttavia in questi giorni di forte polemica ho capito che in alcuni momenti, invece, dovrei farlo’. Ha così esordito Achille Lauro nel suo lunghissimo post sui social, con il quale nell’esprimere il suo pensiero ha rivelato alcuni retroscena del suo passato, i quali nonostante le sofferenze e le difficoltà incontrate, rappresentano la chiave del suo successo oggi.

‘L’ho capito quando mi hanno umiliato pensando che io sia un pagliaccio che si mette in mostra. Ma nella mia interpretazione artistica la musica non è solo musica’

e ancora:

‘È spettacolo, è uno stato d’animo, è un ideale, è libertà estrema, è il rifiuto nei confronti di coloro che credevano che io non fossi libero, o non fossi all’altezza, è conseguenza di anni di umiliazioni e vergogna’

ha detto il celebre artista sui social.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ACHILLE LAURO® (@achilleidol)

Le battaglie di Lauro per sostenere i più deboli

Nel suo lunghissimo post, Achille Lauro ha invitato il pubblico ad andare oltre le apparenze, perchè non tutto ciò che leggiamo sui giornali, o vediamo in Tv, corrisponde alla realtà. Dietro ci sono vissuti che spesso le persone non possono neanche immaginare.

A tal proposito, ha parlato del suo incessante impegno per le persone fragili e in difficoltà sin da ‘quando non aveva una lira’ essendo ‘cresciuto tra gli emarginati e i reietti’ ed essendogli stata impartita un’educazione rivolta alla tutela del prossimo:

‘Da anni investo denaro, tempo e impegno per la tutela dei diritti umani, per i diritti delle persone abbandonate nelle carceri, per aiutare i bambini negli ospedali, per i ragazzi nelle comunità, per chi non ha una casa, per coloro che sono rimasti senza lavoro, per chiunque abbia bisogno di aiuto e per essere artefice e partecipe’

Nel suo piccolo, in conclusione, ha riferito Lauro, ha voluto attuare una rivoluzione a favore delle classi deboli e discriminate, affinchè la musica possa cambiare anche per loro.