caffè
Spesso il sapore del caffè varia da città a città.

Secondo alcuni studi ogni tazza di caffè prodotta è responsabile per diverse emissioni di CO2 nell’ambiente.

caffè
Spesso il sapore del caffè varia da città a città.

Il caffè si sa è una delle bevande più amate ed apprezzate nel mondo. Una delle curiosità su questa bevanda è che spesso ogni nazione (a volte anche ogni città) ha la propria ricetta che dona un gusto differente all’intero caffè.

Molto spesso risulta difficile riciclare le confezioni vuote di caffè

Oggi però non siamo qui per parlare della bevanda in se ma bensì del suo riciclo. Molto spesso, infatti, ci siamo trovati a chiederci che fine fanno le confezioni che lasciamo vuote?

La medesima domanda se la sono fatta gli studiosi della neonata azienda californiana fondata a San Luis Obispo, che si chiama Reduce. Reuse. Grow., la quale, per fortuna, ha anche avanzato una soluzione.

Per attuare loro idea, l’azienda si è servita del noto sito di crowdfunding Kickstarter. Qui la società ha provato a dare alla luce la Plantable Coffee Cup, ovvero una tazza da asporto realizzata in materiali biodegradabili.

Il fondatore del progetto, Alex Henige, è partito dal presupposto che, basandosi sui dati del Carry Your Cup, gli americani consumano 146 miliardi di tazze di caffè ogni anno generando circa 23 kg di rifiuti.

Riusciremo a far nascere germogli dalle nostre tazzine usate

Inoltre, secondo uno studio condotto da Starbucks e l’Alliance for the Environmental Innovation, ogni tazza di carta prodotta è responsabile per 0,30 euro di emissioni di CO2.
Non sarà solo biodegradabile, infatti potremo persino andare a coltivare. Il tutto sarà semplicissimo basterà immergere in acqua la tazza, per circa 5 minuti e, successivamente, è pronta per il nuovo utilizzo.
Grazie ai semi integrati all’interno, nel giro di un paio di settimane con questa questa tazzina di caffé coltivabile sarà possibile assistere alla germinazione, il tutto risparmiando all’atmosfera circa una tonnellata di emissioni di anidride carbonica.